Città metropolitana

La rinascita di Sant’Orsola

Share
CONDIVIDI
venerdì 11 agosto 2017

 

Sant’Orsola è pronto per tornare a splendere come una gemma nell’infinita bellezza di Firenze. Per molti, troppi, anni l’ex monastero è stato una ferita aperta nel cuore della città. In uno dei suoi quartieri più belli, quello di San Lorenzo, l’imponente edificio del 1300 per varie vicissitudini era diventato il simbolo del degrado e della noncuranza. Nell’ultimo decennio sono stati molti i tentativi di recupero andati a vuoto, fino alla recente svolta. La Città Metropolitana di Firenze, proprietaria del complesso, ha approvato il progretto di riqualificazione, presentato alla cittadinanza dal Sindaco Dario Nardella nel giorno di San Lorenzo. La nuova Sant’Orsola rappresenterà un tassello fondamentale per quel mosaico che dovrà diventare il territorio entro il 2030, con l’attuazione del Piano strategico della Metrocittà non a caso intitolato ‘Rinascimento metropolitano’.  Nel progetto sono previsti spazi pubblici con circa 2450 mq tra corti interne, giardini e porticati. Al piano terra sorgeranno una foresteria, parcheggi per mezzi elettrici, tra cui le biciclette. Negli altri piani sarà realizzato il Museo Monna Lisa, dedicato a Lisa Gherardini Del Giocondo, ritenuta la modella del celeberrimo dipinto di Leonardo da Vinci e sepolta nel monastero nel 1542. Spazio anche ad un’accademia musicale, una ludoteca e una scuola di creatività.  Per completare tutti i lavori sono previsti sei anni, oltre 23 milioni di euro di investimenti.
Nicola Giannattasio

 

Tags:
Back to Top