Città metropolitana

Alluvioni, terremoti, neve, pioggia: come comportarsi

Share
CONDIVIDI
lunedì 18 settembre 2017

Nell’immaginario collettivo l’attività della Protezione Civile è strettamente collegata alle gravi emergenze che si possono verificare sul territorio: alluvioni, esondazioni, terremoti, incendi. In realtà il lavoro che impegna maggiormente la struttura è quello relativo alla prevenzione e all’informazione. Uno dei compiti principali è infatti quello di mettere al corrente la cittadinanza su tutti quelli che sono i comportamenti da adottare in caso di emergenza, ma anche focalizzare l’attenzione sulla conoscenza del territorio in cui si vive.
Diventa quindi importante un’attività costante di divulgazione per insegnare alla cittadinanza una coscienza civica più matura. L’attenzione nei confronti dei comunicati emanati dalla Protezione Civile deve essere massimale, ma ci deve essere maggiore consapevolezza di quello che le allerte meteo rappresentano.
Il Piano di Protezione Civile contiene anche le indicazioni sui comportamenti da tenere in occasioni di altri fenomeni non prevedibili, come i terremoti. La natura stessa di questa criticità porta a lavorare soprattutto sulla prevenzione di un evento che non si può localizzare.

Nicola Giannattasio

Tags:
Back to Top