certaldo, comuni

Art Bonus: il progetto di Certaldo

Share
CONDIVIDI
venerdì 17 marzo 2017

L’Art bonus è lo strumento che consente di effettuare erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano usufruendo di un credito di imposta pari al 65% dell’importo donato

Con la pubblicazione sul sito artbonus.it e sul sito del Comune, prende il via ufficialmente la partecipazione di Certaldo all”Art Bonus”, il recupo cioè di un bene culturale anche grazie alla collaborazione di quanti, certaldesi e non solo, vorranno fare una donazione sulla quale si potrà usufruire di un credito di imposta pari al 65% dell’importo donato.
Il Comune di Certaldo propone di recuperare il “Tabernacolo dei Giustiziati” e la cappella muraria che lo conteneva, situato in Piazza dei Macelli. Un progetto che prende le mosse da un’altra donazione, quella del progetto, realizzato e donato al Comune del Lions Club Boccaccio.
Il Tabernacolo fu affrescato da Benozzo Gozzoli e dalla sua bottega nel 1464 ca. La cappella muraria, di epoca ottocentesca, fu costruita per difenderll dalle piene del torrente Agliena, che minavano inesorabilmente le preziose pitture.
Nel 1957, per preservare le superfici dipinte da ulteriori danni dovuti dall’umidità, furono, come si suol dire, “strappati” (tolti dal muro e trasferiti su supporti mobili) su incarico della Soprintendenza dallo specialista Leonetto Tintori, trasferiti e “ricomposti” in forma di tabernacolo nella Chiesa di San Tommaso e Prospero, a fianco del Palazzo Pretorio, dove tuttora si trovano.
Il progetto di recupero è pari a 135mila euro.

Agnese Fedeli

Tags:
Back to Top