Città metropolitana

Arte, a Firenze torna Musiwa

Share
CONDIVIDI
mercoledì 12 giugno 2019

Resta aperta fino al 20 luglio l’edizione 2019 di Musiwa, inaugurata alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e ben 40 artisti, tra pittori e scultori, in maggioranza italiani ma con importanti presenze anche dalla Cina

La mostra è visibile nella Galleria delle Carrozze presso il Museo Mediceo di Palazzo Medici Riccardi. L’edizione 2019 di Musiwa vanta la collaborazione con Weeks, Festival del Design Internazionale, che ha consegnato durante il gran galà a Palazzo Medici Riccardi diversi premi al Design con il FLORENCE DESIGN AWARDS 2019.

Musiwa crea ogni anno a Firenze un’occasione d’incontro speciale e proficua con una prestigiosa rappresentanza internazionale del mondo del design e della pittura, della total art e del mosaico e si propone come declinata al contemporaneo nel cuore di una grande città come Firenze, come manifestazione accessibile a tutti, offrendo l’opportunità al pubblico di informarsi sulle varie tendenze artistiche contemporanee in un’atmosfera informale, di convivio, d’incontro tra maestri del mosaico e non solo e artisti delle altre discipline visive.

L’omaggio a Grandi Maestri è stata allestita in una sezione specifica dove vengono esposte opere di Franco Zeffirelli, Giuseppe Menozzi, Luca Alinari, Beppe Ciccia e Regina Shrecker con una sorpresa su Andy Warhol. Presente dalla Cina una qualificata prappresentanza istituzionale e ad alto livello governativo della località di ChengDu e degli artisti delle sue accademie. A Musiwa 2019 c’è anche spazio anche per l’evento nell’evento, ovvero ‘Commemorando Leonardo’, omaggio scutoreo al grande genio in collaborazione con Consorzio di Bonifica 3 e Facolta di Architettura.

Musiwa è un incontro con le nuove visioni dell’arte contemporanea, aperto e multimediale, come dimostra la partecipazione di numerosi giovani e validi artisti cinesi; uno scambio per superare le difficoltà di chi “guarda” e opera sulle vie di questa ricerca avendo però saldo il legame con il passato. Musiwa e Weeks permettono l’incontro tra varie entità autonome, parti interessate al mondo dell’arte con la creazione di una nuova visione dell’Arte Contemporanea, del design e dell’Essere Mosaico con un proprio carattere libero ed emancipato.

Cesare Martignon

Tags: