firenze, Sesto Fiorentino

“Artigianato e Palazzo” per salvare il museo di Doccia

Share
CONDIVIDI
giovedì 17 maggio 2018

Dal 17 al 20 maggio al Giardino Corsini a Firenze la 24° edizione della kermesse, quest’anno finalizzata al recupero del museo della Richard Ginori

Una manifestazione per riaprire il museo di Doccia a Sesto Fiorentino, recentemente entrato a far parte del Polo Museale della Toscana. È giunta alla 24° edizione la kermesse “Artigianato e Palazzo” in programma da giovedì 17 a domenica 20 maggio presso le limonaie del Giardino Corsini in zona Porta al Prato a Firenze. Un evento benefico, organizzato da Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani in collaborazione con l’associazione “Amici di Doccia” e col patrocinio, tra gli altri, dei Comuni di Firenze e Sesto Fiorentino e della Città Metropolitana, interamente focalizzato sul recupero del museo della Richard Ginori, che sta affrontando un intervento di somma urgenza sul tetto della struttura.
La mostra vede coinvolti circa cento maestri artigiani provenienti non solo da Firenze e dal territorio metropolitano come il Chianti, il Valdarno e il Mugello, ma anche dal resto d’Italia e addirittura dal Regno Unito. Tante le iniziative: tutti i giorni alle 18 appuntamento con “Ricette di famiglia” a cura di Annamaria Tossani, alla presenza di attori e chef come, per esempio, Luca Calvani e Annie Feolde. Senza dimenticare la quinta edizione del contest “Blogs & Crafts, i giovani artigiani e il web”, che promuove la creatività e l’espressione artistica delle giovani generazioni, e lo street food con sette mini-van dislocati nel giardino. Ma i protagonisti saranno soprattutto gli artigiani che creeranno lì per lì i loro manufatti. Durante “Artigianato e Palazzo” sarà possibile acquistare in un pop up store i manufatti della Richard Ginori, il cui ricavato sarà devoluto al museo di Doccia. E non solo. Presso la Loggia del Buontalenti saranno esposte venti opere del designer fiorentino Duccio Maria Gambi, per le quali i collezionisti interessati avranno tempo fino al 31 maggio per avanzare le proprie offerte.
Marco Gargini

Tags:
Back to Top