comuni, lastra a signa

Casa Don Lelio Lastra a Signa, il nuovo parco giochi

Share
CONDIVIDI
martedì 10 aprile 2018

Una struttura di accoglienza per le famiglie di bambini in cura al Meyer

Le cure ospedaliere in Toscana hanno raggiunto oggi un notevole e indiscutibile livello di qualità per ciò che riguarda la cura sanitaria del degente. Ma un aspetto non meno importante e che oggi viene molto considerato è l’attenzione dedicata al comfort sia del degente che dei parenti che lo accompagnano. Nelle famiglie con bambini questi due aspetti sono ancora più importanti.
A Firenze un ragguardevole impegno dell’ospedale Meyer è riservato al sostegno delle famiglie dei bambini ricoverati. Di fatto l’Azienda ha stipulato convenzioni con enti, fondazioni e associazioni, che insieme costituiscono la cosiddetta Rete dell’ospitalità. L’assegnazione degli alloggi è definita dal servizio sociale in base al regolamento che prevede alcuni criteri tra i quali ’impossibilità economica della famiglia del bambino ricoverato di sostenere le spese di un alloggio alberghiero standard.
Tra le soluzioni possibili ci sono le case accoglienza, tra le quali la Casa Don Lelio a Lastra a Signa. La struttura ha 7 stanze con uso esclusivo del bagno, con degli spazi comuni come la cucina e la lavanderia, e un ampio spazio esterno, migliorato con l’aggiunta di giochi per bambini presentati alla stampa e alla cittadinanza in una semplice ma coinvolgente cerimonia. Casa Don Lelio si trova a circa 12 km dall’ospedale nei pressi del casello autostradale di Firenze-Scandicci in via S. Ilario 36 a Lastra a Signa.

Cesare Martignon

 

Tags:
Back to Top