Attualità, Città metropolitana

Città Metropolitane, Dario Nardella: “Completare riforma o fallimento”

Share
CONDIVIDI
venerdì 1 settembre 2017

Il Sindaco metropolitano fiorentino: “Il Parlamento utilizzi gli ultimi mesi della legislatura per concluderla”

“A distanza di due anni ci sono sufficienti elementi per una valutazione complessiva sullo stato di salute delle Città Metropolitane: è necessario che si porti in fondo questa riforma, che se non vedrà passi successivi rischia di essere un fallimento. Il Parlamento utilizzi gli ultimi mesi della legislatura per raggiungere questo obiettivo in modo serio”. Lo ha detto il Sindaco metropolitano di Firenze e coordinatore Anci Città Metropolitane Dario Nardella partecipando ad un dibattito sul tema alla festa dell’Unità di Firenze.
“La legge Delrio è stata una buona legge, ma è indispensabile che venga integrata e completata – ha aggiunto il Sindaco – rafforzando l’autonomia fiscale e di competenze delle 14 Metrocittà, consentendo alle Città Metropolitane di avere un modello organizzativo e finanziario in vera discontinuità con le province precedenti”. Fondamentale secondo il Sindaco la possibilità di rivedere le loro funzioni distinguendole sempre più da Comuni e Regioni, consentendo loro di essere enti di pianificazione strategica e promozione del territorio, con meno gestione amministrativa attiva e più di coordinamento tra gli altri enti locali.
Il Sindaco ha poi elencato gli aspetti positivi portati dall’istituzione delle Città Metropolitane: “Hanno costituito un grande risparmio politico, perché sindaci e consiglieri metropolitani non costano un euro aggiuntivo, e sono una semplificazione della politica, perché sono reali sedi di coordinamento territoriali che con i piani strategici già ora supportano i Comuni”.

(A.F.)

Tags: