Città metropolitana

Consiglio Metropolitano, approvati il Piano anticorruzione e quello territoriale

Share
CONDIVIDI
lunedì 5 febbraio 2018

Si è svolto mercoledì 31 gennaio il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze. Tra gli atti all’esame del Consiglio e che sono stati licenziati all’unanimità figura l’approvazione dell’aggiornamento del Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza per gli anni 2018/2020. Un atto che, come dice il nome, mette la Pubblica amministrazione in condizione di prevenire atti di corruzione e che rafforza il livello della trasparenza. Da quando esiste l’ente metropolitano non si sono verificati casi di corruzione interna e, al contrario, un dipendente ha denunciato prontamente un tentativo di corruzione esterna, portato avanti da un imprenditore.
Il Consiglio ha poi approvato le linee di indirizzo del Piano territoriale metropolitano, un documento di pianificazione del territorio che si pone come obiettivo l’integrazione delle varie politiche urbanistiche dei Comuni che fanno parte della Città Metropolitana di Firenze, e di integrare a sua volta il tutto con il Piano territoriale regionale. Un atto che serve soprattutto a coordinare e a dare una coerenza alle differenti anime urbanistiche ed a semplificare la vita ai cittadini ed alle imprese.
Uno dei punti all’ordine del giorno, quello sulla gestione delle riserve naturali del Padule di Fucecchio e del Lago di Sibolla, è stato rinviato, perché non tutti i Comuni coinvolti hanno ancora firmato il protocollo d’intesa con la Regione e la MetroCittà.
Marco Gargini

Tags:
Back to Top