Città metropolitana, comuni, firenze

Dentro le Ville Medicee in fiore

Share
CONDIVIDI
sabato 27 aprile 2019

In occasione della Giornata Internazionale dei monumenti e dei siti UNESCO le ville medicee, gioielli della storia toscana, mostrano al pubblico le loro bellezze artistiche e i loro giardini fioriti al sole della primavera

Giardini inglesi, angoli fioriti, agrumeti e piante spontanee decorano le ville medicee disseminate in scorci panoramici, tra Firenze, Prato, Pistoia e Lucca. Quattordici residenze e giardini patrimonio dell’UNESCO che hanno aperto le porte alla cittadinanza per una visita gratuita, durante un assolato pomeriggio primaverile, in occasione della Giornata Internazionale dei monumenti e dei siti dell’UNESCO, quest’anno dedicata ai paesaggi rurali.
Le ville La Petraia e di Castello sono le residenze più vicine a Firenze e dominano il panorama dalla zona collinare di Castello. I visitatori e le visitatrici hanno scoperto le loro bellezze grazie a visite guidate. A Villa Petraia hanno potuto contemplare gli interni decorati con affreschi, maestosi lampadari e mobili d’epoca. All’interno si trovano le lunette che rappresentano le vedute aeree delle ville e la statua di Ercole e Anteo, di Bartolomeo Ammannati.
Il pomeriggio si è concluso con il concerto de ‘L’Homme Arme’ davanti a 150 persone. Tra gli strumenti usati anche da una tiorba, un liuto allungato e un cembalo.
Da Villa La Petraia, ci vogliono solo una decina di minuti di passeggiata nel verde per arrivare alla vicina Villa di Castello, sede dell’Accademia della Crusca. A Villa di Castello sono stati rimessi in funzione i giochi d’acqua del giardino e le fontane della pittoresca Grotta degli Animali. Paolo Galeotti, che da oltre 40 anni cura il suo giardino ha condotto i visitatori e le visitatrici alla scoperta della residenza.
Le ville la Petraia e di Castello, finora difficilmente raggiungibili con i mezzi pubblici, fino al 29 settembre saranno visitabili grazie ad uno specifico servizio di bus navetta City Sightseeing, nato grazie ad un accordo con il Comune di Firenze e con il sostegno della Fondazione Angeli del Bello. La navetta parte ogni sabato e domenica e il primo e quarto lunedì del mese alle 9.30 da piazza Bambine e bambini di Beslan. I mini-bus utilizzati per il tour delle due ville medicee sono facilmente riconoscibili, in quanto ‘brandizzati’ con i volti di Cosimo I e Caterina de’ Medici, nell’anno in cui si celebra il quinto centenario della nascita.

Monica Pelliccia

Tags: