Città metropolitana, comuni, firenze, Scandicci

Ecco il nuovo accesso all’A1 da Scandicci

Share
CONDIVIDI
giovedì 28 febbraio 2019

Autostrade per l’Italia ridisegna il nodo stradale nell’area di Scandicci sull’A1 Milano-Napoli

Il progetto prevede la realizzazione di un collegamento diretto tra la viabilità locale e lo svincolo dell’A1. La presentazione si è tenuta nel Nuovo Auditorium del Centro Rogers a Scandicci, a cura di Mario Bergamo, Direttore Ingegneria dell’Infrastruttura, e di Furio Cruciani, Project Manager di Autostrade per l’Italia. Il progetto è stato già approvato dal Cda di Autostrade per l’Italia. Si tratta di un piano che ha già la fattibilità economica di cinque milioni di euro e a questo punto verrà inviato al governo per il via libera autorizzativo, prima di partire coi lavori che dovrebbero concludersi a fine 2020. Nel progetto i flussi di accesso all’autostrada saranno divisi in due, dimezzando di fatto il numero di auto e mezzi pesanti in transito. Il tracciato intercetterà per gran parte la viabilità già esistente: in via Girolamo Minervini, all’altezza dell’attuale disfacimento, sarà realizzata una rotonda dove confluiranno via Bosio e via Castelnuovo, che saranno allargate, e che attraverso un’uscita porterà all’A1, passando prima sotto alla Fi-Pi-Li, per ricongiungersi all’area esistente di accesso del casello ed entrare in autostrada. Per quel che invece riguarda lo svincolo sulla superstrada, questo resterà funzionante in modo da permettere l’ingresso anche a chi arriva dall’Empolese o da Firenze.

Questo intervento dovrebbe ridurre o addirittura eliminare le attese degli Scandiccesi in uscita dall’autostrada o nel passaggio dal Ponte all’Indiano alla viabilità locale e transitando dalla FI-Pi-Li, in maniera analoga a quello che accade oggi nel relativamente nuovo ByPass del Galluzzo, che ha sollevato definitivamente la pressione su quella località ed eliminando le parole ‘attesa in coda’ dal loro vocabolario.

Cesare Martignon

Tags: