comuni, firenze

Ex Manifattura Tabacchi Firenze, presentato il progetto

Share
CONDIVIDI
giovedì 26 aprile 2018

Riqualificazione urbana di 100mila metri quadrati e 200 milioni di euro

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella, insieme a Salvatore Sardo, CEO di Cdp Immobiliare, leader italiana nel settore del property development e Giovanni Manfredi, Managing Director per l’Italia di
Aermont Capital LLP, società di investimento immobiliare con sede a Londra, hanno presentato a Palazzo Vecchio il progetto di riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi di Firenze, un complesso
edilizio di architettura razionalista che si trova in via delle Cascine, 33-35, a pochi passi da piazza Puccini per 13 edifici su un’area di 8 ettari.

Promotore della riqualificazione dell’area è una joint venture costituita nel 2016 dalla società immobiliare del Gruppo Cassa depositi e prestiti e dal fondo di investimento PW Real Estate III LP
che fa capo a Aermont, al suo primo progetto in Italia. Lo studio del masterplan è stato affidato a Concrete Architectural Associates, studio olandese basato ad Amsterdam e specializzato in architettura,
interior design e sviluppo urbano. Concrete ha interpretato il futuro di questi spazi recuperando la tradizione della piazza italiana e rifacendosi alla storia della Manifattura, promuovendo così un piano
che si prefigge di mantenere l’organicità dell’impianto originario e di valorizzare gli edifici esistenti.

Con un investimento complessivo stimato in circa 200 milioni di euro, il progetto prevede il recupero di una serie di edifici industriali per un totale di circa 100.000 mq e la loro riconversione in un
complesso che ha l’ambizione di divenire un centro di aggregazione alternativo e complementare rispetto al centro storico, aperto, connesso e sostenibile, che possa costituire una piattaforma di
crescita innovativa per la città e per il territorio circostante.
Al centro del complesso nascerà una piazza coperta, caratterizzata da una copertura trasparente che ne garantirà l’utilizzo permanente. Al piano terra spazio ad un grande mercato, con caffè, luoghi di ristoro e piccoli negozi selezionati. I piani superiori saranno dedicati ad ambienti di lavoro ispirati alla logica del co-working. Intorno a questo spazio centrale si articolerà un vero e proprio quartiere con piazze, vie ed edifici con funzioni ricettive, commerciali e residenziali.

Cesare Martignon

Tags: