Città metropolitana

Firenze, arrivano 30 nuovi bus ibridi per Ataf

Share
CONDIVIDI
lunedì 25 febbraio 2019

Gli autobus sono la versione ibrida del bus di 12 metri CitaroC2 realizzato dalla Mercedes, già in uso a Firenze nella versione alimentata a gasolio Euro6

Con i 30 bus ibridi presentati in Piazza Santa Croce, finanziati per il 60% dalla Regione Toscana, diventano 197 i nuovi autobus che l’azienda di trasporto fiorentina, diretta e controllata dal Gruppo FS Italiane, ha messo in servizio per il trasporto pubblico a Firenze negli ultimi 5 anni con un rinnovo della flotta del 55%. Con questa flotta nell’orario di punta il servizio nel capolugo toscano è erogato per oltre il 73% con veicoli di ultima generazione.

I mezzi sono stati presentati alla cittadinanza dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, insieme al sindaco di Firenze Dario Nardella, all’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti, all’amministratore delegato di Busitalia e Presidente di ATAF Gestioni Stefano Rossi e all’amministratore delegato di ATAF Gestioni Stefano Bonora.

I nuovi mezzi sono caratterizzati dalla presenza di un motore elettrico e di supercapacitori in abbinamento al tradizionale motore endotermico; questi bus sono in grado di accumulare energia durante il funzionamento per poi rilasciarla nei momenti di maggiore sforzo, ad esempio nello ‘stop and go’ tipico del traffico cittadino. Questo comporta una forte riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. Questi autobus riescono infatti ad accumulare l’energia della forza frenante e, attraverso alcuni accumulatori, a trasformarla in energia elettrica per alimentare il motore in fase di ripartenza. Una tecnologia che permette di ridurre i consumi di oltre l’8,5% e abbattere sensibilmente l’impatto inquinante.

La livrea, caratterizzata dal colore verde e dalla scritta Hybrid, sottolinea le caratteristiche di sostenibilità ambientale e ricorda i bus extraurbani di Busitalia e i treni regionali di Trenitalia. Acquistati da ATAF Gestioni, in applicazione del contratto ponte stipulato con la Regione Toscana con One scarl (di cui Ataf fa parte) con un investimento di circa 7 milioni di euro (di cui il 60% di risorse regionali), gli autobus sono inoltre dotati di un sistema di video sorveglianza a bordo a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale e di monitor che forniscono informazioni e notizie legate al servizio di trasporto e all’esperienza di viaggio. In piazza era presente inoltre un mezzo 100% elettrico di ATAF che i cittadini potranno provare gratuitamente nei prossimi giorni.

Cesare Martignon

Tags: