Città metropolitana, comuni, firenze

Firenze, bilancio di fine mandato 2014/2019

Share
CONDIVIDI
sabato 23 febbraio 2019

Il Sindaco Dario Nardella: “Realizzato il 95% del programma”. Online il sito firenzeacontifatti.it con tutti i dati relativi a 11 indirizzi strategici e 251 azioni concrete

11 indirizzi strategici articolati in 251 azioni concrete: sono i numeri del bilancio di fine mandato della Giunta Nardella 2014/2019, sindaco di Comune e Città metropolitana di Firenze, analizzati nel documento “Firenze a conti fatti”, primo esempio in Italia di valutazione indipendente di un mandato amministrativo, nata nel quadro della comunicazione istituzionale e nell’ottica di una sempre maggior trasparenza nei confronti dei cittadini.
Il documento, presentato in sala d’Arme in Palazzo Vecchio, analizza e valuta le 251 azioni concrete portate avanti nei cinque anni, anche con criteri di maggiore o minor peso e impatto delle singole azioni, partendo dalla considerazione, per esempio, che concludere la T1 e la T2 della tramvia non possono avere lo stesso peso della realizzazione di un nuovo lotto di paline intelligenti.

Riportiamo alcuni dati dai singoli capitoli di “Firenze a conti fatti”. Relativamente al capitolo scuola e giovani, tra i numeri che saltano all’occhio sono il calo delle liste d’attesa per i nidi – erano 815 nel 2014, sono oggi 310. Importante la rimozione di oltre 200mila kg di amianto da edifici comunali, 125mila dei quali da edifici scolastici.

In tema di sicurezza, si segnala oltre 1 miliardo di euro, dal 2017 al 2019, per la riqualificazione delle periferie, le attività, tra l’altro di Squadra antidroga e nucleo cinofilo della Polizia Municipale, il numero di interventi anti-degrado in costante aumento nel periodo.
Voltiamo pagina. Per il capitolo della Firenze città diffusa: sono oltre 37milioni i fondi di stanziamento Pon Metro arrivati a Firenze, che interessano vari capitoli d’intervento.
Cultura: spiccano i fondi, in costante aumento, per l’Estate Fiorentina, 970mila euro nel 2018, con 140 soggetti coinvolti e 40 eventi realizzati nelle periferie. Interessante anche l’aumento degli introiti dalla tassa di soggiorno: 43milioni nel 2019, a fronte del 23 del 2014. In aumento anche il numero delle Firenze Card vendute: erano 84mila nel 2014 con 33 musei nel circuito; sono 127mila nel 2018, con ben 79 musei aderenti.
Per il capitolo della rigenerazione urbana, si parla di oltre 368mila metri quadri di superficie lorda rigenerata nel mandato.
Mobilità: il riferimento lampante è alla conclusione di T1 e T2 della tramvia fiorentina. Ma non solo. Si parla anche delle riqualificazione dei 14 piazze, dell’asfaltatura di 148km di strade e dell’andamento della mobilità ciclabile e del bike sharing in città.
Per il verde citiamo il numero di alberi piantati: oltre 12500, a fronte dei 10mila dell’obiettivo di mandato.
E ancora sociale: 56 milioni per il nuovo Piano Casa, il contributo affitti, la cura alle persone disabili, in costante aumento. Per lo sport: 5 nuovi impianti sportivi e 57 rinnovati, oltre all’aumento di eventi e iniziative sportive realizzate con il supporto e la promozione del Comune.
Città semplice significa invece taglio alla spesa per oltre 15milioni di euro nel periodo 2014/2018. Si sottolinea inoltre l’azzeramento della Tasi per gli immobili soggetti a IMU e dell’Irpef per i redditi inferiori ai 25mila euro.
Città smart, infine: con oltre 81mila cittadini muniti di credenziali per l’accesso ai servizi online nel 2018 e l’estensione del kilometraggio della fibra ottica in città.

Le informazioni dettagliate relative al bilancio di fine mandato si trovano su www.firenzeacontifatti.it.

Agnese Fedeli

Tags: