calenzano, castelfiorentino, comuni, dicomano, firenze, Signa

Firenze e area metropolitana: eventi febbraio 2018

Share
CONDIVIDI
sabato 27 gennaio 2018

Ecco una rassegna di eventi in programma a febbraio 2018 a Firenze e area metropolitana fiorentina. Le segnalazioni sono tratte dal firenzeturismo.it, il sito ufficiale del turismo di Città Metropolitana e Comune di Firenze

Tante le mostre visitabili in questo periodo. Alla Galleria dell’Accademia è in corso l’esposizione intitolata “Tessuto e ricchezza a Firenze nel ’300”, con uno sguardo a quell’arte tessile che rese celebre la città in tutto il mondo. Al Museo Novecento, fino all’11 febbraio in mostra le opere dell’artista albanese Adrian Paci, con la personale “Di queste luci si servirà la notte”. Il 12 febbraio sarà inaugurata a Villa Bardini “Da Pinocchio a Harry Potter”: 155 anni di illustrazione italiana dall’archivio della casa editrice fiorentina Salani.

Ma questo è soprattutto il mese del Carnevale. La festa sarà celebrata in musica il 13 febbraio al Teatro Verdi, con Concerto dell’Orchestra Regionale Toscana. Carnevale protagonista nelle domeniche di febbraio a San Mauro a Signa, Dicomano, Castelfiorentino e Calenzano. In particolare in questi ultimi due comuni le sfilate saranno a tema. A Castelfiorentino si ripercorrerà la storia della “Spada nella Roccia”, mentre a Calenzano torna il “Carnevale medievalale’.
Il 18 febbraio sarà ricordata la figura di Anna Maria Luisa de’ Medici, ultima Gran Principessa di Toscana con un corteo storico per le vie del centro. Nell’occasione l’accesso al Museo delle Cappelle medicee è gratuito così come ai Musei Civici: Palazzo Vecchio, Santa Maria Novella, Museo Novecento, Cappella Brancacci, Museo del Bigallo.
Dal 22 al 25 febbraio la Fortezza da Basso ospita Danzainfiera, la più grande manifestazione al mondo dedicata alla danza. Per gli amanti dello sport infine ultime settimane per pattinare sul ghiaccio in città. Chiude infatti il 25 febbraio la sesta edizione del “Firenze Winter Park” in Lungarno Aldo Moro, negli spazi adiacenti all’Obihall.

Nicola Giannattasio

Tags:
Back to Top