comuni, firenze

Firenze, la nuova piazza delle Cure

Share
CONDIVIDI
sabato 30 novembre 2019

Il volo del nostro drone del 29 novembre 2019

Una festa con la musica per dare il benvenuto alla nuova piazza delle Cure. Oggi il sindaco Dario Nardella ha inaugurato la piazza al termine dei lavori di riqualificazione che, oltre al ridisegno dell’area carrabile e pedonale, ha visto la realizzazione della nuova area dedicata allo storico mercato rionale. Presenti, tra gli altri, l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi.
“Una giornata importante per tutti gli abitanti delle Cure – ha detto il sindaco Nardella -, che da oggi avranno a disposizione una piazza rinnovata, ancora più bella e vivibile in tutte le sue funzioni. Uno spazio riqualificato, pronto ad accogliere il mercato in una struttura efficiente e funzionale, ma anche a diventare luogo di incontro e socialità per i cittadini e le famiglie della zona. Un intervento molto atteso, che oggi trasforma davvero questa piazza nel cuore vivo delle Cure”.
“Un altro intervento di riqualificazione completato e restituito alla città – ha detto l’assessore Giorgetti -. Da uno spazio urbano vivace ma di scarsa qualità, con auto e furgoni parcheggiati in modo disordinato e continuativo, oltre a elementi di degrado come la vecchia copertura e l’edificio fatiscente dell’ex acquedotto, siamo oggi ad avere uno spazio pubblico reinterpretato come luogo centrale del quartiere. Una razionalizzazione delle funzioni esistenti – ha proseguito l’assessore Giorgetti -, in stretto rapporto con una nuova qualità dello spazio, che incentiverà ed estenderà l’uso da parte dei cittadini durante tutta la giornata, come si conviene a una piazza. Le ampie aree pedonali e la grande copertura, oltre ad essere utilizzate per il mercato, saranno luogo di iniziative e vita del quartiere”.

La storia
La riqualificazione di piazza delle Cure parte da lontano. Si inizia a parlarne a fine anni ’90, all’inizio degli 2000 con il sindaco Leonardo Domenici fu presentata una proposta di procjet financing che però non andò a buon fine; successivamente furono realizzati alcuni interventi come i nuovi parcheggi per gli ambulanti ma senza un progetto unitario di riqualificazione e con una situazione di crescente degrado. Il tema tornò di attualità con l’inserimento tra i “100 luoghi” del sindaco Matteo Renzi e l’avvio del percorso di partecipazione per individuare le linee guida della futura progettazione. Il progetto definitivo è stato approvato dalla giunta comunale nell’ultima seduta del 2015, seguita dalla redazione del progetto esecutivo e dalle procedure per il bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori.

Il progetto
Filo conduttore del progetto la riqualificare piazza delle Cure come luogo centrale del quartiere e della città. E questo attraverso una valorizzazione complessiva che prevede un nuovo assetto della piazza (dove sarà realizzata ex novo una rotatoria) e l’introduzione di elementi architettonici di qualità come la copertura del mercato (realizzata in legno), arredi urbani, pavimentazioni e lastrici. Nel progetto anche la riorganizzazione dei percorsi pedonali che sono stati ampliati e resi più sicuri. Per quanto riguarda l’area occupata dal mercato, è stata progettata in modo tale che in orario di chiusura dell’attività delle bancarelle lo spazio sia percepito, e quindi utilizzato, come un luogo gradevole in cui giocare, sostare, incontrarsi. Per quanto riguarda la sosta e la viabilità, con la demolizione dell’edificio dell’ex acquedotto è stato recuperato uno spazio dedicato a parcheggio (a servizio del mercato e del centro commerciale naturale con sosta a pagamento gestita dalla Sas); sono stati ampliati i marciapiedi lungo i palazzi che formano l’esedra in piazza delle Cure per potenziare la fruibilità pedonale e di riorganizzare gli spazi per il parcheggio delle auto senza compromettere la gradevolezza scenografica dell’area. Sulla base di uno specifico studio trasportistico del sistema di viabilità è stata inserita una nuova rotatoria per razionalizzare il traffico delle direttrici via Borghini-viale Mille, via Borghini-Cavalcavia, viale Volta-Cavalcavia, anche per dare giusta valenza ai percorsi carrabili ed a quelli pedonale. E un nuovo attraversamento pedonale all’altezza di viale dei Mille pensato per facilitare anche la percorrenza pedonale che diventa continua e circolare e che tocca tutti gli spazi pedonali e le due zone mercatali della piazza. Il tutto per un investimento di circa 2 milioni e mezzo di euro.
Il progetto è stato curato dagli uffici della Direzione Mobilità e Infrastrutture (Rup Giuseppe Carone, progettisti Maurizio Barabesi, Lorella Arioli, Stefano Longinotti; collaboratori Stefano Naldi, Matteo Redi, Vanessa Rinaldi). Le opere strutturali e architettoniche relative alla copertura sono state progettate dalla Aei Progetti srl. I lavori sono stati realizzati dalla Caromar srl.

I cantieri
I lavori, preceduti da un intervento di Toscana Energia (dal 5 febbraio 2018) non compreso nel cronoprogramma della riqualificazione, sono iniziati ad aprile 2018 con una prima fase riguardante la demolizione della struttura dell’ex acquedotto comunale. L’intervento di demolizione e sgombero dell’area è stato completato a luglio dello scorso anno e, a seguire, è scattata la seconda fase dei lavori per la riqualificazione della piazza, con consegna dell’area di cantiere alla ditta appaltatrice a inizio agosto e scadenza contrattuale prevista per inizio maggio 2019.
Nel corso dei lavori, dopo opportune verifiche tecniche, è emersa la necessità da parte di Publiacqua di procedere a un importante intervento di manutenzione straordinaria sulla tubazione della rete idrica sotto la piazza non previsto e non rinviabile che ha comportato maggiori lavorazioni e un allungamento dei tempi di esecuzione. I lavori sono stati completati sia per quanto riguarda la sistemazione urbanistica della piazza (restituita già in estate alla fruizione dei cittadini) che per l’area mercatale con la copertura realizzata con travi in legno lamellare e le strutture per le attività commerciali. Da ultimare nei prossimi giorni l’asfaltatura del parcheggio retrostante il mercato e alcune altre rifiniture a causa del maltempo. Prevista entro pochi giorni anche la ricollocazione del mercato.

La nuova illuminazione
Nel progetto di riqualificazione previsto il nuovo impianto di illuminazione a led realizzato da SILFI spa. Si tratta in totale da 141 punti luce: 20 per l’illuminazione stradale, 31 per le aree pedonali, 22 per il parcheggio e 68 per la pensilina del mercato. Un impianto ad altissima efficienza energetica: la potenza totale utilizzata è di soli 6,95 kW, pari a poco più di quella di due contatori domestici. Per quanto riguarda l’illuminazione stradale, la “nuova” piazza è stata dotata di un sistema a led stilisticamente in continuità con quello recentemente installato in viale dei Mille, con un connubio fra lo stile classico dei candelabri, richiamato dalle scanalature del palo, e quello contemporaneo dei 20 apparecchi led di forma allungata, mentre i 22 punti luce del parcheggio retrostante sono stati studiati per garantire la sicurezza dell’ampia area di sosta.
Per quanto riguarda l’illuminazione delle aree pedonali, la piazza è stata suddivisa stilisticamente in due parti: quella nord verso il quartiere, il cui sviluppo classico ad esedra ha portato all’inserimento di 7 candelabri e altrettante lanterne storiche a led, e quella sud verso viale dei Mille, di stampo più contemporaneo, illuminata da 24 piccoli proiettori disposti in file verticali su 6 pali a sezione rettangolare.
Per la nuova area coperta del mercato, infine, è stata progettata una specifica soluzione a luce led bianca calda per garantire un’adeguata illuminazione sia dal punto di vista funzionale che architettonico: dei 68 punti luce complessivi, 43 sono inseriti fra le travi in legno lamellare della struttura, 18 proiettori sono destinati all’illuminazione architetturale dell’intradosso della copertura in legno, attraverso cui la luce “seguirà” le onde della copertura, e 7 proiettori illuminano la parete di fondo, con la possibilità di attivare luci colorate in occasione di particolari eventi o ricorrenze.

Tags: