Città metropolitana, comuni, firenze

Firenze, l’occhio vigile del software “Bridge” per ponti e viadotti

Share
CONDIVIDI
lunedì 27 agosto 2018

Riunione tra il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ed un pool di ingegneri. Lavori al ponte Vespucci per 1.450.000 euro

Si è tenuta il 27 agosto una riunione presso Palazzo Vecchio del sindaco di Firenze Dario Nardella e numerosi ingegneri e tecnici del Comune e della Città Metropolitana il cui obiettivo è fissare una serie di priorità di interventi per il monitoraggio e la manutenzione di ponti e infrastrutture viarie del capoluogo toscano e della relativa città metropolitana. La viabilità fiorentina rappresentata da 1090 chilometri in tutto, con particolare attenzione a viadotti, ponti, sovrappassi e sottopassi, viene presa sotto esame dal sindaco coadiuvato da un pool di ingegneri presenti oggi a Palazzo Vecchio con l’aiuto di un software collegato a un database chiamato ‘Bridge’. Ma non solo, ci sono importanti aspetti della questione legati in generale alla Città Metropolitana con ben 198 ponti censiti e monitorati: 13 ponti sull’Arno, 1 sull’Affrico, 10 sull’Ema, 10 sul Greve, 7 sul Mensola e 22 sul Mugnone, sommati a innumerevoli ponticini e cavalcavia distribuiti sul territorio metropolitano che collegano 1439 chilometri di cui circa 1000 gestiti direttamente dalla città metropolitana, ivi compresa la strada di grande comunicazione Fi-Pi-Li. In seguito alla richiesta del governo di adoprarsi per monitorare le proprie infrastrutture, il sindaco Nardella si dice soddisfatto da una realtà quella fiorentina già pronta a rispondere molto tempo prima dei tristi fatti del 14 agosto a Genova.

In questo contesto In particolare, si parla di Global Service, ciò è, l’affidamento ad un’unica azienda esterna (outsourcing) della gestione unitaria di una serie di servizi manutentivi. Il lavoro del Global Service consiste nel monitoraggio, controllo visivo, verifiche dello stato e interventi di manutenzione con 5 milioni di euro stanziati per attività di cui 3,5 manutenzione straordinaria e 1,5 di manutenzione ordinaria con gli standard della Provincia di Bolzano, i migliori d’Italia. Questi interventi sono affiancati dagli interventi del Comune di Firenze con 500.000 euro.

Per quanto riguarda il ponte Vespucci a Firenze partiranno martedì 28 agosto i lavori propedeutici alla messa in sicurezza de pilone ‘scalzato’. Si tratta di lavori programmati da tempo e già affidati a luglio, che si svolgeranno in un arco temporale di circa 4 mesi. Il cantiere costerà, nelle parole del sindaco Nardella, in tutto un milione e 450 mila euro.

Cesare Martignon

Tags: