Città metropolitana

Firenze nascosta: scopri la Biblioteca Moreniana di Palazzo Medici Riccardi

Share
CONDIVIDI
mercoledì 21 novembre 2018

Nel Palazzo che fu la prima casa dei Medici ci sono due biblioteche, che raccolgono volumi d’inestimabile valore storico e artistico. La visita della Commissione metropolitana “Controllo e garanzia” nella sede della Moreniana

La Città Metropolitana di Firenze vanta incontabili tesori conosciuti e non. Tra questi, due biblioteche: la biblioteca Moreniana e la biblioteca Riccardiana.
In quest’occasione parliamo della Biblioteca Moreniana, visitata dalla Commissione Metropolitana “Controllo e garanzia”, che prosegue il suo percorso di conoscenza e approfondimento delle realtà interne e collegate all’ente metropolitano.

La biblioteca vanta una raccolta di documenti che costituisce il nucleo centrale della collezione Moreniana; questo archivio nasce nel XVIII secolo a partire dalle raccolte del canonico Domenico Moreni, appassionato bibliofilo che dedicò la sua vita alla collezione ed allo studio dei libri, compilando nel 1805 una Bibliografia storica ragionata della Toscana.
Diversi anni dopo la biblioteca del Moreni veniva acquistata da Pietro Bigazzi, impiegato dell’Accademia della Crusca, che l’aveva comprata per salvarla evitandone la dispersione. Bigazzi per tutta la vita raccolse libri e manoscritti incrementando notevolmente la raccolta del canonico. La Biblioteca Moreniana fu acquistata dalla Provincia di Firenze nel 1868: fu la riflessione sull’importanza di preservare la cultura toscana che portò Giuseppe Palagi, allora segretario della Provincia, a comprare la collezione raccolta dal Bigazzi, che rischiava di essere dispersa per le precarie condizioni economiche in cui versava lo studioso. Per sua natura la biblioteca è specializzata nella storia di Firenze e della Toscana oltre ad avere una quantità importantissima di manoscritti di inestimabile valore. Condivide i locali del palazzo con la Biblioteca Riccardiana, ma è un’istituzione separata sul piano amministrativo e storico, con differenti orari di accesso e regolamentazioni. La Moreniana è gestita direttamente dalla Città Metroploitana che nel palazzo ha anche la sua sede storica e diversi uffici.

La visita della Commisine Controllo e Garanzia nasce dal desiderio di valorizzare questo spazio e venire incontro alle necessità intrinseche che questo tesoro presenta, prime fra tutte quella di catalogare una parte di manoscritti della collezione, considerando che la catalogazione è il passo più importante nella direzione della tutela di questi documenti. Inoltre, è palese l’opportunità di divulgare maggiormente alla cittadinanza e ai visitatori il valore di questa realtà culturale. Si tenga presente che molto spesso i manoscritti hanno decorazioni e disegni dalla bellezza unica che potrebbero rappresentare oggetto pregiato di visite guidate d’interesse non solo per studiosi e ricercatori, ma per tutti coloro che hanno piacere di conoscere un’altro dei tesori di Palazzo Medici Riccardi e di Firenze in generale.

Cesare Martignon

 

Tags: