Città metropolitana

#FirenzeMetropolitana: i grandi eventi del 2017

Share
CONDIVIDI
martedì 19 dicembre 2017

Le segnalazioni più importanti dell’anno legate a Palazzo Medici Riccardi, all’attività ordinaria e straordinaria della MetroCittà, tra cultura, grandi opere, infrastrutture e viabilità

Siamo in Palazzo Medici Riccardi, la sede della Città Metropolitana di Firenze. Un ente che porta avanti attività ordinarie e straordinarie legate a governo del territorio, infrastrutture e viabilità, edilizia scolastica, pianificazione strategica, difesa del suolo e protezione civile.

E ancora: cultura, con la custodia delle biblioteche di Palazzo Medici e l’organizzazione di eventi e mostre, ambiente, con la promozione di Pratolino e del laboratorio didattico ambientale, Polizia provinciale.

Tutto questo è il lavoro quotidiano della Città Metropolitana di Firenze.

Ripercorriamone gli eventi principali del 2017.

In gennaio il Consiglio approva – prima Città Metropolitana in Italia – il bilancio di previsione triennale.

Per il 2017 si parla di 200 milioni di euro di spesa e 100 milioni di investimenti.

L’8 febbraio si conclude il processo partecipativo per il Piano Strategico metropolitano, il documento intitolare che definisce progetti e politiche di area vasta fino al 2030 e che sarà poi approvato in Consiglio e Conferenza il 5 aprile.

Per l’arte, in febbraio al Liceo Artistico Alberti tornano i “Cantieri artistici”. Si tratta di un progetto che la Città Metropolitana di Firenze propone alle scuole interessate da opere di ristrutturazione, per riqualificare le recinzioni dei cantieri, trasformandole in spazi dedicati ai giovani e all’arte contemporanea.

Il 6 marzo il Sindaco metropolitano di Firenze Dario Nardella firma in Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, la convenzione per il bando Periferie, che finanzia con 46 milioni di euro una cinquantina di progetti dedicati a scuola, mobilità e trasporti, arredo e riqualificazione urbana. I progetti interessano le periferie a Est e a Ovest di Firenze, il Mugello, l’Empolese Valdelsa, il Chianti e la Val di Pesa.

Il 30 e il 31 marzo Firenze ospita il primo G7 sulla cultura, intesa come strumento di dialogo tra i popoli. In Palazzo Medici l’incontro dedicato all”Unione Europea della Cultura”.

In aprile, oltre alla definitiva approvazione del Piano Strategico, arriva la posa della prima pietra per la variante alla SR222 a Grassina. 1000 i giorni di lavoro previsti per vedere l’opera conclusa, oltre 26 milioni di euro la spesa preventivata, di cui 7 dalla Città Metropolitana.

Infrastrutture anche in maggio, con l’inaugurazione del bypass del Galluzzo e del sottopasso Strozzi-Strozzi nell’ambito dei cantieri tramvia, e in giugno quando si taglia il nastro del parcheggio multimodale a Scandicci e del sesto lotto della nuova SR429 di Valdelsa, tra Empoli e Brusciana.

Per tutta l’estate, inoltre, importanti cantieri in FiPiLi.

Arriviamo a luglio quando da Firenze parte, per poi toccare tutte le metroCittà italiane, il primo “Roadshow Città Metropolitane”, organizzato insieme al Ministero per gli Affari esteri e Anci, per trasformare questi nuovi enti nelle locomotive del Sistema Paese.

In agosto viene presentato ai cittadini il progetto di riqualificazione di Sant’Orsola, l’ex monastero nel cuore di San Lorenzo di proprietà della Città Metropolitana.

In luglio e agosto si diffondono anche gli stanziamenti straordinari alla cultura: 3 milioni di euro per sostenere progetti delle associazioni culturali locali, fondazioni, istituzioni liriche e teatri stabili di iniziativa pubblica, con sede nel territorio metropolitano, ma con rilevanza nazionale. Tra i progetti finanziati, anche il “Maggio Metropolitano”, 100 eventi del Maggio Musicale nei comuni dell’area fiorentina, a ingresso libero.

Società e cultura in primo piano anche a settembre, quando Firenze accoglie la visita del Dalai Lama nell’ambito del Festival delle Religioni.

A ottobre la Città Metropolitana firma con Regione, Comuni di Sesto e Campi Bisenzio, Università ed Eli Lilly l’accordo di programma per il nuovo Liceo Enriques Agnoletti a Sesto Fiorentino. L’accordo prevede anche l’ampliamento del sito produttivo della Eli Lilly e la realizzazione di nuove aule universitarie. Il nuovo Enriques Agnoletti sarà pronto per il 2021.

Evento di punta del mese di novembre, la firma del Patto triennale tra le Città Metropolitane di Firenze e Bologna per promuovere progetti condivisi per lo sviluppo della zona appenninica e la collaborazione degli enti su bandi europei, cultura e turismo, pianificazione strategica, sostenibilità e innovazione urbana.

Per la protezione civile, importante l’intervento in occasione della nevicata del 13 novembre in Mugello. In novembre, inoltre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, la Città Metropolitana rende noto il finanziamento di una seconda casa di accoglienza per donne vittime di violenza.

Chiudiamo l’anno con alcune segnalazioni culturali: la mostra dedicata alla street art in Palazzo Medici Riccardi con opere di Keith Haring e Paolo Buggiani, in corso anche per tutto dicembre e fino al 4 febbraio è l’evento di Natale 2017. Altre curiosità artistiche dell’anno sono il nuovo allestimento della Sala del Caminetto in Palazzo Medici Riccardi, l’acquisizione di nuove statue per il museo dei marmi e il nuovo Museo dei modelli lignei dei Teatri di epoca medicea nel Parco di Pratolino.

Perché Firenze Metropolitana significa anche arte e cultura, locale e non solo.

Agnese Fedeli

 

Tags:
<