comuni, firenze

Giotto, la Madonna di San Giorgio alla Costa al Museo dell’Opera del Duomo

Share
CONDIVIDI
martedì 20 febbraio 2018

25 anni fa l’attentato di via dei Georgofili l’aveva danneggiata

Esposta al Museo dell’Opera del Duomo di Firenze “La Madonna di San Giorgio alla Costa” di Giotto (tempera e oro su tavola). L’opera arriva in forma di prestito temporaneo dal Museo Diocesano di Santo Stefano al Ponte chiuso al pubblico, e a 25 anni dall’attentato di via dei Georgofili a Firenze che l’aveva danneggiata e di cui sono ancora visibili, nella veste dell’angelo a sinistra, le lesioni causate da una scheggia.

Si tratta di uno dei dipinti più emblematici del rinnovamento assoluto del linguaggio artistico attuato da Giotto sul finire del XIII secolo. Ritenuta per lungo tempo perduta, dagli anni ‘30 del Novecento alcuni studiosi identificarono questa Madonna col Bambino con la tavola menzionata dal Ghiberti e dal Vasari come opera di Giotto per la chiesa di San Giorgio alla Costa. Manomessa nel primo Settecento per adattarla agli arredi della chiesa in ristrutturazione, nel Novecento l’opera fu trasferita al Museo Diocesano presso la chiesa di Santo Stefano al Ponte a Firenze, danneggiato a sua volta dalla strage mafiosa del 1993 e chiuso al pubblico per motivi di adeguamento alle vigenti normative museali.

Per rendere fruibile questo capolavoro, l’Arcivescovo cardinale Giuseppe Betori ha chiesto all’Opera di Santa Maria del Fiore la disponibilità a ospitare la tavola nel Museo dell’Opera del Duomo, visitato annualmente da circa 800mila visitatori da tutto il mondo.

(A.F.)

video cr.: Museo Opera del Duomo Firenze

 

Tags:
Back to Top