Città metropolitana, firenze

Idee per visitare Firenze in bike sharing

Share
CONDIVIDI
venerdì 29 marzo 2019

La rivoluzione “arancione” della mobilità sostenibile sta per compiere due anni. Sono trascorsi quasi venti mesi da quel 2 agosto del 2017, quando il Bike Sharing a flusso libero ha fatto la sua apparizione a Firenze. Pochi semplici click sul proprio smartphone per scaricare la App Mobike e procedere all’utilizzo della bicicletta, facilmente rintracciabile con un sistema GPS integrato. Probabilmente nemmeno i più ottimisti avrebbero potuto immaginare un successo di queste proporzioni e una diffusione così capillare in tutte le zone della città.
Le biciclette targate Mobike hanno invaso soprattutto il Centro Storico, diventando uno dei mezzi più apprezzati da cittadini e turisti. Il nostro percorso per le vie del centro ci ha portati nel giro di mezzora ad attraversare molti dei luoghi simbolo della città. Partendo da Piazza Duomo abbiamo percorso via dei Calzaiuoli, arrivando in Piazza della Signoria. Da lì, passando per gli Uffizi, abbiamo ricalcato idealmente il percorso del Corridio Vasariano, superando Ponte Vecchio per giungere in Piazza Pitti. In Oltrarno ci siamo spinti da Piazza Santo Spirito alla rinnovata Piazza del Carmine. Per i più in forma le possibilità sono vastissime. Con un po’ di pazienza e buone gambe si può provare anche “la scalata” a Piazzale Michelangelo. Una passeggiata in salita che viene ricompensata dalla meravigliosa vista su Firenze.
Nicola Giannattasio

Tags: