Città metropolitana, Scandicci

Iniziati i lavori per la variante di San Vincenzo a Torri

Share
CONDIVIDI
venerdì 7 dicembre 2018

Un’opera attesa da quattro decenni e che finalmente troverà la luce. Sono iniziati giovedì 6 dicembre i lavori di realizzazione della variante al centro abitato di San Vincenzo a Torri della strada provinciale 12 della Val di Pesa. Un’opera di 1.326 metri di lunghezza e 10,5 metri di larghezza importante non soltanto per la frazione nel comune di Scandicci, ma anche per gli abitanti dell’intera Val di Pesa visto che permetterà di bypassare la frazione scandiccese allacciandosi direttamente alla variante di Ginestra Fiorentina che porta allo svincolo della Fi-Pi-Li.
La variante è a carico della Città metropolitana per 6 milioni di euro e del Comune di Scandicci per altri 1,5 milioni di euro. 500mila euro di finanziamenti regionali sono serviti per gli espropri dei terreni. Contestualmente sarà realizzato anche il nuovo sistema di laminazione delle piene del torrente.
Il battesimo del cantiere è avvenuto sul lato opposto delle Cantine Borghi. Lì sorgerà la futura diramazione, tramite rotatoria, tra la variante e l’attuale provinciale. Un’altra rotatoria sarà creata in corrispondenza dell’inizio della variante di Ginestra. Inoltre, la nuova strada costeggerà la Pesa e nell’occasione sarà realizzata una pista ciclopedonale per tutta la lunghezza della variante, mentre in corrispondenza del campo di calcio sarà fatto un sottoattraversamento pedonale.  La durata prevista dei lavori è di circa due anni, per la precisione 780 giorni, di cui 60 per la bonifica bellica e 720 per l’esecuzione.
Durante l’inaugurazione dei lavori, Nardella si è anche soffermato sul nodo di interscambio tra la Fi-Pi-Li e lo svincolo autostradale dell’A1 a Scandicci, sul quale confluisce gran parte del traffico della strada di grande comunicazione creando problemi alla viabilità.
Marco Gargini

 

Tags: