Città metropolitana

La Città Metropolitana guarda a Dubai 2020

Share
CONDIVIDI
giovedì 4 ottobre 2018

Un incontro per preparare le aziende del territorio alla prossima Esposizione Universale

La Città Metropolitana di Firenze guarda ad un futuro che, per molti aspetti, è già il presente. Nel 2020 Dubai, cinque anni dopo Milano, ospiterà la quarta edizione dell’Expo del nuovo millennio. Un’occasione di grande rilevanza per l’ente e per le aziende del territorio. In collaborazione con il Ministero degli Esteri e Italian Trade Agency, Regione Toscana, Confindustria Firenze e Sace Simest, è stato organizzato in Palazzo Medici Riccardi un incontro per illustrare alle imprese fiorentine le opportunità create da questo grande evento internazionale.

A fare gli onori di casa è stata Laura Carpini, consigliera diplomatica del Sindaco Dario Nardella, che ha spiegato gli obbiettivi fissati da questo primo incontro.

L’Expo organizzato negli Emirati Arabi inizierà il 20 ottobre 2020 e si concluderà il 10 aprile 2021. E’ la terza volta che un paese asiatico ospiterà l’Esposizione Universale dopo Osaka nel 1970 e Shanghai nel 2010, ed è la prima volta assoluta di una nazione araba. Il 25 gennaio scorso è stata presentata la partecipazione italiana presso il Ministero degli Affari Esteri, rappresentato all’evento fiorentino dal Direttore Generale per l’internazionalizzazione, Nicola Lener.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti, in collegamento telematico da Abu Dhabi, l’ambasciatore italiano negli Emirati Arabi Liborio Stellino e il Direttore dell’Agenzia Ice Dubai, Giampaolo Bruno. Entrambi hanno definito le coordinate e le caratteristiche del mercato emiratino e le conseguente opportunità dell’Expo.
Tracciare la strada da seguire nei prossimi due anni è dunque l’obbiettivo primario per le aziende del territorio, sottolineato anche da Marcello Fondi, rappresentante del Commissariato Generale di Sezione Italiano.

Nicola Giannattasio

Tags: