Città metropolitana

Partecipate Firenze, incorporazione di Linea Comune in Silfi

Share
CONDIVIDI
giovedì 10 gennaio 2019

Nasce il polo smart di Firenze e area Metropolitana

Wikipedia ci dice che la città intelligente (dall’inglese smart city) in urbanistica e architettura è un insieme di strategie di pianificazione urbanistica tese all’ottimizzazione e all’innovazione dei servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi le abita. In pochi mesi Firenze sarà ancora più Smart: Con la fusione di Silfi Spa. e Linea Comune Spa. Moltissime informazioni del grande organismo che interessa l’area metropolitana fiorentina avranno un punto unico di raccolta ed elaborazione, una rinnovata Control Room, per il controllo della viabilità e della mobilità metropolitana, integrata con il già esistente Contact Center 055055.

Diciassette milioni di fatturato e 90 addetti: con questa previsione per l’esercizio 2019 nasce a Firenze uno dei più grandi ed avanzati “poli smart” d’Italia. La nuova società, controllata all’83% da Palazzo Vecchio, opererà quindi a partire da fine marzo nei settori di illuminazione pubblica, mobilità, efficientamento energetico, comunicazione, innovazione, trasformazione digitale, servizi on line al cittadino e supervisione del traffico dando vita, nelle intenzioni dell’aministrazione, a un unico polo ‘smart’, più efficente e meno dispersivo, per rendere ancora più intelligente non solo Firenze (seconda a Milano nell’apposita classifica italiana stilata annualmente da “iCity Rate”) ma l’intera area metropolitana. La fusione, che prevede l’inserimento in organico di 5 nuove figure dal profilo prettamente tecnico, non comporta aumenti in bolletta per i cittadini.

Cesare Martignon

Tags:
Back to Top