Città metropolitana

Supervisore del traffico metropolitano: modello europeo

Share
CONDIVIDI
sabato 20 maggio 2017

Smart mobility: Città Metropolitana di Firenze a confronto a Bruxelles con Iclei (International council for local environmental initiatives). Nel 2018 un evento internazionale a Firenze

Una delegazione della Città Metropolitana di Firenze, con il consigliere delegato ai Rapporti con le Istituzioni Europee e per i Fondi strutturali Antonio Lauria, ha partecipato a un meeting a Bruxelles convocato da Iclei (Consiglio internazionale per le iniziative ambientali locali) presentando i progetti della Metrocittà per il miglioramento della gestione della mobilità con l’utilizzo di applicazioni infotelematiche. In prevalenza si è parlato di strategie per la lotta all’inquinamento dell’aria e per la riduzione dei gas climalteranti, ma anche di infomobilità. Il fiore all’occhiello della Città Metropolitana di Firenze in merito a questi temi è il Supervisore del traffico, un sistema integrato per il controllo e la gestione centralizzata della mobilità – sia pubblica che privata – che permette previsioni e misure di regolazione sulla rete viaria. Un progetto che ha molto interessato i rappresentanti di Iclei, con la quale si sta definendo l’organizzazione di un evento sui temi della smart mobility e delle strategie per ridurre l’inquinamento dell’aria da tenersi a Firenze nel 2018.
Su proposta del consigliere Antonio Lauria, il Consiglio Metropolitano aveva approvato a gennaio l’adesione della MetroCittà a Iclei, associazione senza scopo di lucro di città e governi locali dedicata allo sviluppo sostenibile, con approvazione del relativo statuto. E’ l’unica rete a livello globale costituita da oltre 1500 amministrazioni locali (tra città, aree metropolitane e regioni) dedicata alla costruzione di un futuro sostenibile incentrato sulla riduzione delle emissioni in atmosfera, resilienza, ecomobilità, biodiversità e impiego efficiente delle risorse.
Grazie a Iclei la Città Metropolitana di Firenze può individuare partnership con altri soggetti istituzionali a livello europeo, in grado di massimizzare le conoscenze, le possibilità economiche e le capacità di redazione e presentazione dei progetti di tutti i Comuni metropolitani.

Tags: