firenze

Piero Manzoni al Museo Novecento

Share
CONDIVIDI
giovedì 27 settembre 2018

Presentate al Museo Novecento quattro nuove mostre. Fanno parte del progetto “Solo”, ciclo espositivo che offre di volta in volta un breve ritratto di alcuni grandi maestri del Novecento, a partire da Piero Manzoni. La mostra, visibile fino al 13 dicembre e curata da Gaspare Luigi Marcone in collaborazione con la Fondazione Piero Manzoni di Milano, è focalizzata sugli “oggetti” che l’artista produce dal 1959 al 1962. Protagonista del “Tavolo dell’architetto” è Benedetta Tagliabue, professionista milanese che lavora sia in Italia che all’estero, che porta a Firenze una selezione dei suoi ultimi progetti realizzati e in corso di realizzazione. Nella Sala Cinema e Video del Museo sono visionabili i lavori di dodici artisti internazionali selezionati da Paola Ugolini per il secondo ciclo della rassegna ‘Silence and Rituals’, che riflette sulla sospensione di suono e di tempo che spesso precede e accompagna le cerimonie e i riti sia laici che religiosi.
Torna anche “The Wall”, format espositivo inedito, che questa volta vede l’assessorato allo sviluppo economico e al turismo del Comune di Firenze e gli studenti dell’Accademia di Belle Arti sotto la guida dell’artista e docente Robert Pettena, lavorare insieme per dare vita ad “Altri spazi” una maxi parete/infografica (lunga più di dieci metri) che accende un faro sulla delicata realtà di via Palazzuolo, la strada multietnica del centro storico fiorentino, situata proprio alle spalle del museo, che si propone come elemento di collegamento tra le due realtà, quella dell’alta estetica e turismo di massa di Piazza Santa Maria Novella e quella più disordinata, stimolante, creativa e mulietnica di via Palazzuolo.
Cesare Martignon

Tags:
Back to Top