Città metropolitana, comuni

Telegram: come utilizzarla nella Pubblica Amministrazione

Share
CONDIVIDI
venerdì 22 novembre 2019

Il canale Florence TV e i consigli pratici per l’utilizzo all’interno del corso “La comunicazione social del Comuni”, organizzato da Facebook, Anci e Pa Social

Pubblica amministrazione e comunicazione tramite social network. Il binomio ormai è notissimo, impellente e tuttavia ancora non del tutto articolato. Per implementare le competenze di giornalisti e comunicatori della pubblica amministrazione e per diffondere le buone pratiche già esistenti a livello nazionale, Facebook, Anci e l’associazione Pa Social danno avvio alla seconda edizione del corso di formazione “la comunicazione social dei Comuni”. La prima data il 20 novembre, ad Arezzo, nell’ambito dell’assemblea nazionale Anci. Appuntamento al quale ha preso parte, in qualità di buona pratica, anche Florence TV, la web tv istituzionale della Città metropolitana di Firenze. Nello specifico, oltre al ricchissimo intervento di Rosa Cialini, Government partner manager di Facebook, e alla buona pratica della comunicazione via Whatsapp del Comune di Arezzo, rappresentato da Cecilia Agostini e Andrea Scartoni, la direttrice responsabile di Florence TV, Agnese Fedeli, ha illustrato la strategia informativa e comunicativa del canale Telegram della testata.

Per molti Telegram resta una illustre sconosciuta, eppure l’applicazione è sempre più nota e utilizzata, anche in base agli ultimi dati diffusi dall’istituto Piepoli, con un aumento di conoscenza della app del 65% a livello nazionale in 3 anni e un incremento del suo utilizzo del 15%, ancora una volta in tre anni.

Florence TV ha aperto un canale pubblico nel 2017, raggiungibile da t.me/florencetv, dopo aver scaricato la app sul proprio device. Oltre ai servizi giornalistici, sul canale Telegram di Florence TV si trovano appuntamenti settimanali con una rassegna stampa dell’area metropolitana, anticipazioni e contenuti in esclusiva, oltre alla copertura di alcuni specifici eventi live, come sono stati l’inaugurazione della linea 2 della tramvia o, per altri versi, i podcast audio dedicati alle emergenze di protezione civile, come la piena dell’Arno di metà novembre.

Tra i vantaggi dell’uso della app per la pubblica amministrazione, in base all’esperienza, alle sperimentazioni e allo studio dei giornalisti di Florence TV sul tema, la possibilità di veicolare con un unico messaggio una comunicazione, specialmente in emergenza, a numeri molto, molto elevato di cittadini e cittadine; la versatilità d’uso nell’invio di materiali diversificati fino ad un giga e mezzo di peso; dalle riprese video agli audio e ai video live. Una app che molto probabilmente merita inserire nel proprio piano di comunicazione per molte pubbliche amministrazioni.

Tornando al corso dedicato alla comunicazione social dei Comuni, il calendario prevede di coinvolgere 8 Regioni italiane toccando il Comune di Cagliari il 9 dicembre e poi, con cadenza mensile, Padova, Trieste, Palermo, Ancona, Napoli e Genova.

Agnese Fedeli

Tags:
Ordinanza antiprostituzione, l’area metropolitana si allinea a Firenze