firenze

Tramvia Firenze, è ufficiale: i lavori finiscono a febbraio 2018

Share
CONDIVIDI
mercoledì 8 novembre 2017

E’ ufficiale: i lavori per i cantieri della linea 2 e 3 della tramvia finiscono a febbraio 2018. Una data ufficiale per una prima corsa, dall’aeroporto a Careggi, non c’è ancora: dipende da collaudi e nulla osta tecnici. In ogni caso entro maggio del prossimo anno. È quanto ha confermato l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti nel corso della comunicazione al consiglio comunale sull’andamento dei cantieri della tramvia.

Ma vediamo nel dettaglio lo stato dei lavori, sulle due linee, così come riportato in Palazzo Vecchio.

Per la linea 2 Nel tratto aeroporto-viale Guidoni-via Allori i lavori civili sono terminati. In via di ultimazione anche gli apparati tecnologici: il montaggio della linea di contatto sarà completato entro gennaio. Da via Allori a Novoli fino alla fermata San Donato sono in corso i lavori di riposizionamento di 30 metri di binario, che erano stati montati ad una quota sbagliata. Sono a termine gli interventi sugli apparati tecnologici e sulle fermate, finiture e pavimentazioni. Sul Viadotto San Donato si sta realizzando la pavimentazione non solo della sede tranviaria ma anche delle due piste ciclabili e dei due marciapiedi: se ne prevede il completamento entro dicembre. A gennaio sarà la volta del montaggio della linea di contatto e dei parapetti, mentre in febbraio è in programma la posa del rivestimento sotto il viadotto. Nel tratto successivo via Buonsignori-via Gordigiani i lavori saranno completati entro dicembre. Nell’area RFI è già stato realizzato il tratto di galleria artificiale. Ora le lavorazioni si concentrano sulla costruzione della sede e la posa dei binari. A seguire sarà montata la linea di contatto e saranno effettuate le rifiniture. Il tutto entro febbraio. Sono in corso di realizzazione le opere relative al manufatto di sbocco sul Mugnone che dovevano essere consegnate già pronte dalle ditte che costruiscono l’Alta velocità. Invece sono state trasferite da RFI al concessionario, cosa che purtroppo ha dilatato i tempi e portato ad alcune varianti. Per quanto riguarda Palazzo Mazzoni: sono in corso i lavori all’interno dell’edificio: entro dicembre sarà completata la parte strutturale in acciaio. Entro febbraio la sede tranviaria e l’elettrificazione. Usciti da Palazzo Mazzoni i binari attraverseranno viale Belfiore. I lavori sono in corso: è già stata realizzata la curva di immissione in via Guido Monaco e da metà novembre si ipotizza il ribaltamento del cantiere per completare l’ultimo tratto dei binari entro gennaio. In via Guido Monaco la sede tranviaria sarà pronta a dicembre mentre in via Alamanni quasi tutte le lavorazioni saranno completate entro novembre

Passiamo alla linea 3. Il tratto Careggi-piazza Dalmazia è praticamente finito mentre per quanto riguarda la piazza le opere di sistemazione saranno completate entro metà dicembre. Molto avanti anche i cantieri di via Corridoni-via Pisacane e via Vittorio Emanuele II-via Tavanti. In via Tavanti-via Vittorio Emanuele entro dicembre sarà montata la linea di contatto. Questo renderà possibile i primi collaudi entro Natale con il tram che circolerà da Careggi a Dalmazia-via Corridoni-via Vittorio Emanuele. Si tratta di un collaudo parziale perché quello finale e definitivo dovrà essere effettuato sull’intera linea. In novembre saranno messe a dimora le nuove alberature sulla direttrice via Tavanti-via Gianni-via dello Statuto. Per quanto riguarda il tratto successivo da Statuto a via Valfonda, sono in corso i lavori per la realizzazione della sede tranviaria: la parte lungo la vasca della Fortezza è quasi ultimata, come pure quella in piazza Bambine e Bambini di Beslan. A breve, la posa dei binari, che sono già completati nel tratto dal ponte alla fermata Fallaci. In corso la sistemazione a verde dell’area sovrastante i due nuovi sottopassi. Passando al nodo di via Valfonda, è in corso la realizzazione della sede tranviaria sul lato Palaffari. Come noto, in questa zona ci sono stati rallentamenti alle lavorazioni per ritrovamenti archeologici. Per ora il termine dei cantieri resta comunque fine febbraio 2018. Infine piazza Stazione: le lavorazioni procedono e con l’avanzamento dei cantieri vengono apportate graduali modifiche alla mobilità, pubblica e privata. A fine mese è in programma l’interruzione della direttrice di attraversamento da via Nazionale verso via Santa Caterina da Siena per la realizzazione dei binari e degli scambi. I veicoli, in particolar modo i mezzi del trasporto pubblico, saranno deviati in parte su via Fiume e in parte sulla corsia lato McDonald’s fino piazza Adua, per rientrare all’altezza della Palazzina Reale e tornare verso via Santa Caterina da Siena. L’avanzamento dei lavori ha reso possibile anche alcuni miglioramenti, come la revoca del semaforo sul controviale Strozzi che ha fluidificato l’uscita da via Valfonda. Per alleggerire la zona della stazione sono stati spostati temporaneamente i capolinea bus dalla piazza dietro l’abside di piazza Santa Maria Novella, mentre è allo studio lo spostamento dei bus delle linee extraurbane in piazzale Montelungo e quelli di lunga percorrenza al parcheggio scambiatore di Villa Costanza.
Agnese Fedeli

Tags:
Back to Top