firenze

Un viaggio in bianco e nero nella Toscana nascosta

Share
CONDIVIDI
venerdì 7 giugno 2019

Al Museo Degli Innocenti ha inaugurato Hallelujah Toscana, una mostra del fotografo Marco Paoli che racconta una Toscana suggestiva e sconosciuta, fuori dagli itinerari turistici di massa.

Paesaggi misteriosi, boschi intricati, edifici dismessi che si perdono nella natura. La Toscana mostra il suo lato crepuscolare e intrigante, che nasconde come l’altra faccia della luna, al turismo di massa. Immagini in bianco e nero che raccontano la solitudine, l’abbandono e la mancanza, offrendo spazio alla contemplazione, fuori dai rumori di tutto ciò che è conosciuto e pubblicizzato. Marco Paoli, fotografo toscano, racconta le sfumature nascoste della Toscana, fuori da ogni convenzione, accompagnato dalle parole della poetessa Alba Donati. L’esposizione Hallelujah Toscana che ha appena inaugurato al Museo Degli Innocenti è un viaggio in trenta immagini, che si snoda da Villa Garzoni a Collodi, il padule di Fucecchio, la Fonte delle Fate a Poggibonsi fino all’ex sanatorio Banti a Pratolino e al cimitero dei Pinti a Firenze. La mostra Hallelujah Toscana è uno degli eventi organizzati all’interno delle celebrazioni del seicentenario dell’Istituto degli Innocenti. I festeggiamenti per ricordare la storia della più antica istituzione pubblica italiana dedicata all’accoglienza dei bambini e delle bambine sono stati inaugurati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lo scorso febbraio.
La mostra sarà visitabile fino al 10 settembre, acquistando il biglietto per entrare al Museo degli Innocenti, tutti i giorni dalle 10 alle 19.
Monica Pelliccia

Tags:
Back to Top