Città metropolitana

Un viaggio nella Firenze delle storiche competizioni a quattro ruote

Share
CONDIVIDI
martedì 3 settembre 2019

Il rosso è il colore che identificava le vetture da competizione, come quelle prodotte da Officine Ermini, una delle eccellenze del dopoguerra italiano. L’atelier del fiorentino Pasquale Ermini produceva vetture capaci di tenere testa ai grandi nomi della competizione come Maserati, Ferrari e Lancia. E una selezione di auto Ermini è adesso visibile nella mostra “Firenze da competizione”, allestita nella Galleria di Palazzo Medici Riccardi, tra via Cavour e via Ginori, a ingresso libero, fino al 26 settembre.
La mostra è stata inaugurata con il taglio del nastro da parte della Vicesindaca di Firenze, Cristina Giachi e con la presenza dell’assessore alle attività produttive Federico Gianassi e di rappresentanti di Carnet-Club Auto Moto D’Epoca Toscano, ente organizzatore della mostra, e di Automotoclub Storico Italiano.
Un viaggio che parte dall’automobile di Leonardo del 1478 fino al primo motore a scoppio brevettato in Toscana e alle auto da competizione Ermini prodotte tra gli anni 40′ e 50′. Insieme ai veicoli sono esposti anche foto, documenti, schemi relativi alle competizioni e ai piloti.
Monica Pelliccia

Tags: