bagno a ripoli, Città metropolitana, comuni, greve in chianti, impruneta

Variante alla SR222 a Grassina, posa della prima pietra

Share
CONDIVIDI
sabato 1 aprile 2017

Per la completa realizzazione sono previsti 1000 giorni di lavoro

Infrastrutture: la variante alla SR 222 ‘Chiantigiana’ a Grassina diventa realtà. Aperto il 1° aprile il cantiere tanto atteso da cittadini e pendolari per l’asse che collega Firenze al Chianti. Per la completa realizzazione sono previsti 1000 giorni.
La variante consentirà di ridurre il traffico sul centro abitato di Grassina, che attualmente, nelle fasce di punta conta un transito di mezzi nelle due direzioni pari a circa 2.000 veicoli all’ora, in particolare di pendolari che dal Chianti ogni giorno si spostano verso l’area urbana fiorentina e viceversa. A opera conclusa si prevedono circa 1.200 veicoli/ora, con miglioramenti sulla qualità dell’aria, sulla mobilità e di conseguenza sulla vita di tanti pendolari.
Il costo dell’opera è di 26 milioni 3 trecentomila euro, oltre 17 dei quali stanziati da Regione Toscana, quasi 7 + dalla Città Metropolitana di Firenze, 2,2 milioni dal Comune di Bagno a Ripoli e 250mila euro dal Comune di Greve in Chianti.

Nel dettaglio, Il progetto definitivo della variante alla SR 222 è stato redatto dalla Direzione Viabilità della Città Metropolitana di Firenze e si articola in due tratti: Ponte a Niccheri – Ghiacciaia per oltre 2 km e Capannuccia– Le Mortinete, anche in questo caso per oltre 2 km e 3. Tra le opere previste, anche due gallerie arficiali, che saranno alimentate a led, rotatorie, parcheggi e percorsi pedonali.
Previsto inoltre un terzo tratto, sulla Sp 56, attualmente in fase di progettazione da parte della Città Metropolitana, per il quale è in previsione un appalto separato.

Tags: