Città metropolitana, firenze

Verso Sant’Orsola: al via il processo partecipativo per la rinascita dell’antico monastero

Share
CONDIVIDI
mercoledì 19 dicembre 2018

Alla Palazzina Reale, sede dell’Ordine e della Fondazione degli architetti di Firenze, un incontro pubblico per riflettere sulle sorti di Sant’Orsola con la presenza del sindaco metropolitano Dario Nardella

Sono partiti gli attesi lavori per oltre 4 milioni di euro a carico della Città metropolitana di Firenze per la sua messa in sicurezza. E il futuro di Sant’Orsola interessa sempre più cittadini e realtà istituzionali e produttive di Firenze e non solo. Sul futuro del complesso trecentesco a due passi da San Lorenzo, si è interrogata, anche alla luce degli esiti dell’ultimo bando pubblico, una tavola rotonda aperta alla cittadinanza, che ha messo insieme Ordine degli architetti, Università di Firenze e rete Santorsola project insieme al sindaco metropolitano Dario Nardella.

L’incontro è stata un’occasione di confronto tra i diversi soggetti sulle sorti di Sant’Orsola, ubicata nel cuore del quartiere di San Lorenzo. L’Ordine degli architetti ha dato il via al processo partecipativo con il gruppo di lavoro Santorsola project e il Dipartimento di Architettura con l’obiettivo di coinvolgere le persone che risiedono nel quartiere, le figure professionali e il mondo accademico per ripensare insieme il futuro dell’antico monastero.

Un percorso di rinascita che prende il via e che vuole ispirarsi ad altri complessi cittadini che sono stati restituiti alla cittadinanza, come l’antico carcere delle Murate.

M.P.

Tags: