Città metropolitana, comuni, firenze

Viaggio di prova della linea 2, tramvia Firenze

Share
CONDIVIDI
mercoledì 3 ottobre 2018

Riservato alla stampa locale, il tragitto ha percorso l’intero tracciato della futura linea T2 Vespucci, da Piazza dell’Unità all’aeroporto

Entro la fine del 2018 a Firenze si viaggerà anche sulla linea 2 della tramvia.
E’ quanto emerso nel corso del viaggio di prova sulla futura T2 Vespucci, riservato alla stampa e guidato dal Sindaco di Comune e Città metropolitana Dario Nardella, insieme ad una delegazione di tecnici e costruttori.

Il Sirio è partito alle 10.40 da Piazza dell’Unità ed è arrivato poco prima delle 11.15 all’aeroporto, mantenendo una velocità media di circa 20km orari.
La futura T2 Vespucci, è stato detto, è più complessa rispetto alla prosecuzione della T1, anche per la particolarità delle infrastrutture che la contraddistinguono, come il passaggio a Palazzo Mazzoni, la stazione Ipogea, l’imponente Viadotto San Donato. Il viaggio di prova, effettuato regolarmente, senza alcun problema alla mobilità né all’infrastruttura, ha dato una prima dimostrazione di come cambierà il sistema di trasporto a Firenze e area metropolitana.
Ovviamente il piano di riordino del traffico dovrà essere settato e testato al momento che la linea sarà in funzione, così come è avvenuto anche per la T1, da luglio in avanti. Proprio sulla T1, che oggi trasporta 62mila passeggeri al giorno, a fronte dei 40mila dello stesso periodo dell’anno passato, sono in corso continui monitoraggi per migliorare e ottimizzare i passaggi semaforici in alcune zone più critiche della città.
Tra le novità emerse nel corso del viaggio sulla T2, l’incontro del 15 ottobre sera con i cittadini del Quartiere 3, per discutere del futuro collegamento tra il centro e Bagno a Ripoli. Peraltro, per questa tratta, sono allo studio soluzioni che prevedono l’assenza di pali, da più parti giudicati eccessivamente invasivi, almeno nella zona centrale della città.

Agnese Fedeli

Tags: