Città metropolitana, comuni, Vinci

Vinci, viaggio nella patria di Leonardo

Share
CONDIVIDI
giovedì 18 luglio 2019

Dalla casa natale di Anchiano al Museo dedicato al Genio. Il paese di Vinci nel cinquecentenario della morte dell’artista

La casa natale di Leonardo è il luogo simbolo del legame del Genio con il suo paese natale. Immersa tra gli olivi secolari del Montalbano, si trova all’interno di un paesaggio quasi immutato nel corso dei secoli, poco fuori Vinci. Il suo nuovo percorso museale, diviso tra la casa natale vera e propria articolata in tre diversi ambienti, e l’attigua casa colonica suddivisa a sua volta in due locali, invita a scoprire i luoghi e gli scenari che ispirarono l’opera leonardiana.
La narrazione audio-visiva si avvale della moderna tecnologia tridimensionale per far rivivere l’universo personale del Genio ed il rapporto tra l’artista ed il territorio vinciano. Non solo, l’applicazione multimediale interattiva presenta l’opera pittorica e grafica di Leonardo permettendo di interagire con i disegni ed i dipinti. Nella casa colonica è possibile scoprire i dettagli dell’Ultima Cena attraverso due modalità di ricerca, una gestuale e l’altra touchscreen.

Scendendo a Vinci, è possibile visitare il Museo Leonardiano, il quale ha due sedi. La visita inizia dalla Palazzina Uzielli posta in piazza dei Conti Guidi, una piazza ridisegnata dall’artista Mimmo Paladino attraverso un reticolo di geometrie che forma una scenografia in linea con l’identità pubblica del luogo e la figura artistica e scientifica di Leonardo. Nella Palazzina si trovano la biglietteria, il bookshop, le sezioni dedicate alle macchine da cantiere, alla tecnologia della manifattura tessile ed agli orologi meccanici. Presso di essa ci sono anche gli spazi dedicati alle esposizioni temporanee oltre ad una sala per i percorsi didattici proposti dal museo.

Il castello, sede del Museo Leonardiano, è un edificio di epoca medievale noto anche come “castello della nave” a causa della forma allungata e della torre che ricordano una barca a vela. Oggi ospita la seconda parte del percorso espositivo e, fino al 15 ottobre sarà possibile visitare l’esposizione “Leonardo a Vinci. Alle origini del Genio”, con in mostra il “Paesaggio”, noto anche come “Paesaggio 8P”, l’originale di Leonardo datato 5 agosto 1473, giunto appositamente dagli Uffizi. Al piano terra ci sono le sezioni dedicate all’ingegneria civile, alle macchine da guerra, al volo, ai meccanismi ed agli strumenti. Al primo piano si trova la scenografica Sala del Podestà con la grande gru girevole a piattaforma anulare progettata da Brunelleschi e, dopo averla oltrepassata, si raggiungono le sezioni dedicate agli studi di ottica, al carro automotore, alla bicicletta ed ai dispositivi per il movimento in acqua e per la navigazione sui fiumi.
Il percorso si chiude con la sala video all’interno della torre del castello dove sono esposti i modelli dei solidi disegnati da Leonardo per il De Divina Proportione di Luca Pacioli. Infine è possibile raggiungere la terrazza panoramica situata sulla sommità della torre.
Marco Gargini

Tags: