Città metropolitana, comuni, firenze, Scandicci

Al via Cirk Fantastik, la rassegna internazionale di circo contemporaneo

Share
CONDIVIDI
giovedì 31 Agosto 2023

Arriva in città metropolitana di Firenze la XVIII Edizione “Eclettica” di Cirk Fantastik: la rassegna che da 13 anni porta a Firenze le migliori compagnie internazionali di circo contemporaneo. Dall’1 al 3 settembre al Parco del Castello dell’Acciaiolo di Scandicci e dal 7 al 17 settembre al Parco delle Cascine di Firenze ci saranno 24 compagnie ospiti, 3 coproduzioni, 59 repliche e spettacoli di circo contemporaneo in anteprima. A questi si vanno ad aggiungere concerti di world music & dj party, laboratori di circo per grandi e piccini, olimpiadi dei giocolieri, spettacoli a cappello, caffè con gli artisti, circus bar e food trucks.

Quest’anno Cirk Fantastik vede anche la collaborazione con Autolinee Toscane, una partnership che punta a promuovere la mobilità sostenibile e l’attenzione all’ambiente attraverso l’utilizzo dei mezzi pubblici. Questo evento si svolge in contesti naturali, in aree verdi, spesso polmoni delle nostre città. Un modo per tutelarli è anche quello di proteggerli preferendo i mezzi pubblici alle auto private. Sia il Castello dell’Acciaiolo che il Parco delle Cascine sono serviti dalla tramvia T1.

Cirk Fantastik premierà gli abbonati al trasporto pubblico dando diritto a uno sconto per gli spettacoli in cartellone. Basterà presentare alla cassa la ricevuta cartacea o digitale dell’acquisto dell’abbonamento in corso di validità.

Tra i numerosi spettacoli in programma visionabile per intero su www.cirkfantastik.com c’è grande attesa per “Oraison” con Cirque-Théâtre Rasposo (14/15/16 settembre), che porta in scena una preghiera poetica circense, una ricerca sulla verità umana che trova nel corpo la sua concretezza. C’è “Welcome to my head” con Kerol (9/10 settembre), in cui un uomo sull’orlo di una crisi di nervi invita tutti i presenti ad un viaggio tra i meandri della sua mente. Tra i work in progress “Tendre Orange” della compagnia Kopek: una creazione di ruota tedesca, maschere contemporanee e manipolazione di oggetti. L’intento è quello di trasportare il pubblico in un immaginario attraverso il quale poter parlare al bambino dentro ognuno di noi, creando un contatto tra le emozioni del pubblico e quelle dei personaggi.

Cesare Martignon

Tags:
<