castelfiorentino, Città metropolitana, comuni

Area ex Shelbox a Castelfiorentino, Piano di recupero pronto a partire

Share
CONDIVIDI
mercoledì 10 Gennaio 2024

La dichiarazione del sindaco Alessio Falorni

.
.
Nell’area sorgerà un nuovo polo produttivo e una scuola di formazione professionale, con una parte destinata al commerciale/terziario. Sarà adeguata la viabilità con una nuova rotatoria, parcheggi, verde pubblico, e un nuovo percorso pedonale sotto la Circonvallazione
Un nuovo polo produttivo, una scuola di formazione professionale e altre attività nell’area industriale ex Shelbox. E’ questo, in sintesi, il progetto imprenditoriale che sarà realizzato nell’area dove fino a dieci anni fa operava l’azienda produttrice di case mobili, e che dopo la chiusura ha rappresentato per molto tempo una ferita aperta per il tessuto economico e produttivo di Castelfiorentino. Un risultato importante, dunque, che per il Sindaco, Alessio Falorni, segna la conclusione positiva di una delle partite più difficili e delicate del suo mandato.

Ubicata in una posizione strategica (in prossimità della Circonvallazione Est, via Zanini) l’area ex Shelbox è stata infatti acquisita recentemente da una cordata di imprenditori, con propositi e idee chiare su quale sarà il suo futuro.

Il progetto, che è stato illustrato questa mattina nella sala rossa del Municipio dal Sindaco e dai rappresentanti dei soggetti coinvolti nell’operazione (Maurizio Cei e Luca Grifoni, di Pertici Industries, e Francesco Castaldelli vicedirettore generale SICI), prevede anzitutto la nascita di un nuovo polo produttivo, un’azienda di assemblaggio che sarà priva di qualsiasi impatto da un punto di vista acustico o ambientale. L’intera copertura sarà inoltre dotata di un nuovo impianto fotovoltaico suscettibile di poter essere impiegato anche come “comunità energetica”, ovvero fruibile da altre aziende oppure dalle famiglie che abitano nelle vicinanze. Sorgerà, inoltre, una scuola di formazione professionale, specializzata in meccanica, per offrire nuovi sbocchi a chi è alla ricerca di un’occupazione, mentre la zona più vicina all’ingresso dell’area avrà una destinazione commerciale/terziario.

Rilevanti anche le ricadute del progetto da un punto di vista urbanistico. Sarà infatti adeguata la viabilità e contestualmente verrà realizzata una nuova rotatoria all’intersezione viale Zanini/Viale Potente. Sono inoltre previsti nuovi parcheggi, un’area a verde pubblico, e infine un percorso pedonale di collegamento con viale Potente, che passerà sotto la Circonvallazione.

“Dieci anni fa – osserva il Sindaco, Alessio Falorni – ho iniziato il mio mandato con l’azienda più importante di Castelfiorentino che era fallita, ed è pertanto una gioia poterlo concludere con un progetto imprenditoriale finalizzato al completo recupero di quest’area. Si tratta infatti di un progetto che avrà riflessi importanti sul piano occupazionale (in ballo ci sono circa 300 posti di lavoro, raddoppiando così perfino i dipendenti della Shelbox al momento della chiusura) e riqualificherà un’intera zona, con riflessi positivi anche sulla viabilità, grazie alla nuova rotatoria e ai parcheggi, oltre ad essere accessibile a piedi, in sicurezza, senza dover attraversare la Circonvallazione. Ho già dato mandato agli uffici competenti di dare a questo progetto massima priorità affinché il Piano di Recupero, una volta presentato, possa arrivare in porto in tempi brevi”

Tags: