Città metropolitana, comuni, firenze

Blocco diesel inquinanti, il Comune di Firenze chiede una proroga di 18 mesi

Share
CONDIVIDI
lunedì 22 Marzo 2021

Palazzo Vecchio, d’accordo con la Regione Toscana, avanza la richiesta per venire incontro alle esigenze degli artigiani in difficoltà.

Una proroga di 18 mesi per il blocco dei diesel inquinanti per venire incontro alle imprese in difficoltà. Comune di Firenze e Regione Toscana hanno avanzato la richiesta al Ministero per ottenere il rinvio di un anno e mezzo per le ditte artigiane.

L’entrata in vigore dei limiti di accesso dei veicoli diesel fino a Euro 4 in centro e nella fascia di viale Gramsci è il 31 marzo 2021 ed è stabilita dall’accordo tra Ministero dell’Ambiente e Regione Toscana del febbraio 2020. La data originaria prevista per il blocco era il primo novembre 2020, poi rinviata al 31 marzo di quest’anno. Palazzo Vecchio, però, d’accordo con la Regione, ha presentato al Ministero una istanza di proroga per 18 mesi per le ditte artigiane.

Inoltre, il Comune di Firenze ha pubblicato un bando di 3,5 milioni di euro per combattere gli sforamenti del biossido di azoto. Il contributo, valevole per i veicoli acquistati dopo il primo marzo 2021, potrà essere richiesto dal 25 marzo.

Marco Gargini

Tags: