Città metropolitana, firenze

Come as you are, una mostra a Firenze sound e vision sui Nirvana e Kurt Cobain

Share
CONDIVIDI
mercoledì 1 Luglio 2020

Dal 2 luglio a Palazzo Medici Riccardi l’omaggio al leader icona dell’era grunge.

Kurt Cobain è stato suo malgrado il protagonista di una rivoluzione, che partiva dalla periferia dell’impero, ma che dopo ogni battaglia non proclamava mai vincitori: solo sconfitti. La sua frustrazione, la sua tristezza infinita sanabile solo con la droga si è distillata in musica con un trio rock essenziale perche composto da chitarra, basso e batteria ed è servita come faro per una generazione stanca della musica del decennio precedente, gli 80, percepita da quei giovani dei primi 90 così noiosa e inespressiva. Le immagini di due fotografi, Charles Peterson e Michael Lavine – in mostra a partire da 2 luglio a palazzo Medici Riccardi a Firenze, di nuovo aperto dopo il lockdown – raccontano la storia di questa traiettoria che conduce i giovani a una nuova, l’ennesima omologazione nel sottostare alla nuova controcultura: il grunge. Camice a quadrettoni, jeans strappati e scarpe da basket Converse saranno la riposta dei nuovi ribelli alle camice bianche, le cravatte e gli zaini neri degli yuppie ossessionati dal guadagno. Kurt Cobain rimane l’icona più potente di quegli anni e, come spesso accade per i leader, anche quella che sintetizza un percorso collettivo. Con i Nirvana era riuscito a sintetizzare quei fermenti musicali che si concentravano a Seattle rendendoli universali. È proprio sulla scia di questo clamoroso successo che il Grunge ha conquistato il mondo della musica.

Con la collaborazione della Città Metropolitana di Firenze la mostra presenta oltre 80 foto, tra cui alcune inedite, per ripercorrere la storia della scena musicale grunge e quella del suo eroe indiscusso, simbolo della controcultura americana degli anni ’90, intrappolata tra la fine della guerra fredda e l’illusione della New Economy.

Un grande omaggio a Kurt Cobain quello che ONO arte contemporanea ha organizzato e promosso con OEO Firenze Art e Le Nozze di Figaro, in collaborazione con Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze e Mus.e. La mostra resta aperta fino al 18 ottobre. Ingresso da via Cavour n. 3. Orari: lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30 ultimo accesso ore 17.30. Prenotazione obbligatoria alla mail info@palazzomediciriccardi.it scrivendo nome, cognome, giorno e orario desiderato per l’accesso al museo.
Cesare Martignon

Tags: