Città metropolitana, firenze

Consiglio Metropolitano, approvata la variazione di bilancio 2021-2023

Share
CONDIVIDI
giovedì 11 Febbraio 2021

Immediata eseguibilità anche per lo schema di convenzione per la rateizzazione dei proventi derivanti dalle sanzioni stradali sui limiti di velocità, dovuti dai Comuni alla Metro Città e proposto dal Comune di Impruneta.


È stato approvata con eseguibilità immediata a maggioranza, su proposta del sindaco metropolitano Dario Nardella, la variazione di bilancio con aggiornamento dell’avanzo di amministrazione ai fini del bilancio di previsione 2021-2023 che risulta pari a circa 137 milioni e 600 mila euro, di cui circa 35 milioni 600 mila euro accantonati, 37 milioni vincolati, 22 milioni e 700 mila euro destinati agli investimento e poco più di 42 milioni liberi con un avanzo di amministrazione presunto e vincolato di quasi 7 milioni e mezzo.

Per quanto riguarda la spesa corrente si è passati da 135 milioni circa a poco più di 143 milioni e mezzo e sono state inoltre ridimensionate provvisoriamente le minori entrate connesse all’emergenza sanitaria e pari a poco più di 15 milioni e 600 mila euro, a differenza dei quasi 18 milioni e 200 mila euro precedentemente stimati, frutto degli incassi registrati a fine 2020 grazie a Imposta Provinciale di Trascrizione (Ipt) e RC Auto. 12 invece i milioni vincolati sull’avanzo presunto, con una variazione positiva netta prevista di 2,5 milioni. Infine sono quasi 31 i milioni stanziati dalle entrate, dove l’incremento più significativo per il momento riguarda 2,1 milioni in più destinati all’istruzione (con trasferimenti ai Comuni ai fini dell’inclusione scolastica) e principalmente legati al piano trasporti per l’emergenza Covid coordinato con la Regione.

Ciò che emerge dall’approvazione della variazione di bilancio è la volontà di mantenere le risorse economiche sugli investimenti previsti, in particolare su scuola, trasporti e mobilità in generale, vista anche la reiscrizione di alcuni interventi dal 2020 al 2021, come per esempio, il trasferimento regionale di 2 milioni di euro per la Variante Srt 69 di Figline.

Sempre nella stessa sessione è stato approvato inoltre lo schema di convenzione con i Comuni per il versamento dei proventi derivanti da violazioni dei limiti di velocità da parte dei Comuni alla Città Metropolitana periodo 2012-2018, che gli stessi comuni dovrebbero versare entro il 20 febbraio in unica soluzione in caso di mancata sottoscrizione di accordi, come quello proposto ad esempio dal Comune di Impruneta per la rateizzazione dei 663 mila euro dovuti alla Città Metropolitana, che prevede la ripartizione in rate di 132 mila euro per 5 anni da versare entro il 30 settembre dal 2021 al 2025. Schema approvato per la ratificazione a maggioranza e che potrebbe divenire una sorta di schema tipo anche per gli altri comuni metropolitani.

Approvato all’unanimità l’aggiornamento del Piano triennale 2021-2023 delle Azioni Positive, finalizzato alla rimozione degli ostacoli per la realizzazione delle pari opportunità all’interno degli enti, la ratifica delle disposizioni transitorie valide dal primo gennaio 2021, fino all’istituzione del nuovo Regolamento, per confermare le modalità vigenti per i canoni di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e per i canoni di concessione per occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile

Infine è stata riconosciuta e approvata la legittimità di sei debiti fuori bilancio, riguardanti quattro sentenze (tutte in fase di ricorso) esecutive, tre del Tribunale di Firenze per il pagamento di spese legali nell’ordine di poche migliaia di euro, mentre altre tre riguardano la medesima sentenza che ha deliberato la restituzione alle tre assicurazioni coinvolte del risarcimento pagato dalle stesse alla Città Metropolitana (140 mila euro circa) per i danni in FiPiLi legati all’evento nevoso del 2010, sentenza anch’essa attualmente sotto ricorso.
Andrea Biagioni

Tags: