Città metropolitana

Consiglio Metropolitano del 29 luglio 2020

Share
CONDIVIDI
venerdì 7 Agosto 2020

Sport, ambiente ed emergenza Covid tra gli argomenti trattati dall’assemblea

E’ stato un Consiglio Metropolitano ricco di argomenti quello del 29 luglio scorso, l’ultimo prima della pausa estiva. A tenere banco è stato l’accordo di collaborazione con Regione Toscana, Unione dei Comuni del Mugello e Toscana promozione turistica per il Gran Premio di Formula 1 della Toscana, in programma il 13 settembre 2020, all’Autodromo del Mugello. Un evento in cui la Città Metropolitana di Firenze avrà un ruolo attivo nella promozione del territorio partecipando anche finanziariamente con 450 mila euro. L’ok dell’assemblea alla proposta del Consigliere allo sport Nicola Armentano, non è però arrivato con tutti voti favorevoli. Astensione del Centrodestra per il cambiamento, contrarietà di Territori beni comuni, che ha ritenuto la spesa eccessiva.
Rimanendo in ambito sportivo e nel Mugello, approvato invece all’unanimità un protocollo d’intesa con il Comune di Borgo San Lorenzo per la Festa metropolitana dello Sport in occasione della XXVII edizione, dal 10 al 13 settembre prossimi, della manifestazione “Vivi lo Sport”.
Su proposta del consigliere delegato alla Protezione civile Massimo Fratini, l’assemblea ha approvato all’unanimità una convenzione con la Regione Toscana per la gestione coordinata degli spazi del centro logistico ‘La Chiusa’, nei pressi di Calenzano, durante l’emergenza sanitaria. Dal 17 marzo, e fino al 31 dicembre prossimo, la struttura è utilizzata per il ritiro, il deposito e la distribuzione delle mascherine. La Regione ha quindi proposto la destinazione alla Città Metropolitana di 10 mila euro per il rimborso delle spese sostenute.
Il Consiglio ha approvato all’unanimità anche il Regolamento per il coordinamento della vigilanza volontaria e per il riconoscimento di guardia giurata venatoria, presentato dal Consigliere Giacomo Cucini. Le novità, rispetto al testo originale del 2015, prevedono la distinzione tra guardie armate e non armate e l’inserimento della figura delle guardie ittiche.
Nicola Giannattasio

Tags: