Città metropolitana, comuni

Emergenza Coronavirus, la nuova ordinanza del Ministro della Salute

Share
CONDIVIDI
sabato 21 Marzo 2020

Vietato l’accesso ai parchi, non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto, vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale nei giorni festivi e prefestivi. A Firenze TPL ulteriormente ridotto


Emergenza sanitaria Coronavirus: allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus sono adottàte, sull’intero territorio nazionale alcune ulteriori misure, che si sommano ai precedenti provvedimenti: è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici; non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto, mentre resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona; sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli all’interno di ospedali e aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Infine nei giorni festivi e prefestivi, e in quelli immediatamente precedenti e successivi, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Ecco inoltre alcuni aggiornamenti a livello di Firenze e area metropolitana.

Per il trasporto pubblico locale, già rimodulato nei giorni scorsi, Ataf Gestioni, al fine di sostenere il rispetto delle indicazioni ricevute per la migliore tutela dei fruitori del servizio e del personale aziendale, comunica che da sabato 21 marzo le linee C1, C2 e C3 sono soppresse fino a nuova comunicazione.

Per supportare la fetta più fragile della popolazione, ossia gli anziani che in molti casi vivono da soli, la Città metropolitana e il Comune di Firenze hanno predisposto un volantino speciale con il contributo straordinario di Sergio Staino. Il volantino con le informazioni di contatto più diretto in tema di coronavirus potrà essere personalizzato da ogni Comune.

Intanto il Sindaco di Firenze e Città metropolitana Dario Nardella ha concluso il suo periodo di isolamento e infoma che a Firenze è partita l’iniziativa “spesa dove come”, una mappa online per trovare esercizi alimentari vicino a casa o che effettuano servizio a domicilio. Un modo pratico per uscire il meno possibile ed evitare gli assembramenti.
La mappa online si trova su https://www.comune.fi.it/spesadovecome/

E mentre continuano controlli, azioni di sanificazione su tutta l’area metropolitana, i sindaci dell’Unione empolese valdelsa lanciano un appello rivolto alle attività artigianali, industriali, produttive e professionali affinché valutino uno stop totale dell’attività, per limitare al massimo le occasioni di contagio.

In questo senso va anche la recente ordinanza dell’Unione dei Comuni del Mugello, volta ad aumentare la restrizioni per tenere a casa i cittadini e limitare quanto più possibile gli spostamenti. Un’ulteriore stretta per evitare assembramenti.

(A.F.)

 

Tags: