firenze

Estate Fiorentina 2021 confermata nonostante l’emergenza sanitaria

Share
CONDIVIDI
giovedì 15 Aprile 2021

Da giugno a settembre eventi in presenza e sulle piattaforme digitali


L’Estate Fiorentina 2021 si farà. Questa la decisione presa con grande determinazione dal Comune di Firenze. Dopo un’edizione 2020 con iniziative ridotte, quest’anno si punta ad un programma più ampio, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia.
La rassegna, presentata dall’assessore comunale alla Cultura, Tommaso Sacchi, durerà quattro mesi, da giugno a settembre. La modalità degli eventi sarà ovviamente condizionata dallo stato dell’emergenza sanitaria e ci sarà un’attenzione scrupolosissima alle regole di sicurezza e ai protocolli. Tutte le manifestazioni potranno essere realizzate su piattaforme digitali nel caso non fosse possibile viverle in presenza. “Siamo ancora in una fase pandemica difficilissima – ha dichiarato l’assessore alla cultura Sacchi – ma credo che sia essenziale dare un segnale di fiducia e di speranza alle tante associazioni che in questi anni hanno costruito con noi il cartellone dell’Estate e che stanno facendo ogni sforzo per continuare a produrre contenuti ed eventi di qualità. Certamente sarà un’Estate diversa, più parcellizzata, più diffusa, ma auspico davvero che sia un’Estate di rinascita, rinascita per la città e per i soggetti culturali che la animano”, ha concluso l’assessore.
Fino al 27 aprile resterà aperto il bando di partecipazione rivolto alle associazioni culturali, con un contributo massimo assegnabile di 10mila euro per gli eventi estivi. La grande novità è rappresentata dal fatto che per la prima volta verranno uniti i contributi triennali 2021-2023. Per i progetti estivi approvati sono previste alcune agevolazioni come concessione gratuita o ridotta del suolo pubblico, concessione gratuita di immobili di proprietà comunale e degli spazi delle biblioteche. Ma anche molto altro. Sono già confermati i 15 festival elezionati lo scorso anno, tra cui il Florence Jazz a Secret Florence, Apriti Cinema e Cirk Fantastik al Musart. Per quanto riguarda le risorse, sono già impegnati 500 mila euro per i festival e non sono previste variazioni di spesa rispetto agli scorsi anni, l’importo finale verrà calibrato in base ai progetti vincitori del bando e agli sponsor. L’organizzazione dell’Estate sarà affidata all’associazione Muse.
Nicola Giannattasio

Tags: