Città metropolitana, comuni

Firenze, fase 3 e Tpl metropolitano: da lunedì 14 al via le corse scolastiche

Share
CONDIVIDI
domenica 6 Settembre 2020

In commissione “Controllo e garanzia” della Città metropolitana di Firenze si è parlato della riorganizzazione in vista della riapertura delle scuole

Giovedì 3 settembre si è riunita in palazzo Medici Riccardi la commissione “Controllo e garanzia” della Città metropolitana per parlare della riorganizzazione del trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole lunedì 14. Proprio il giorno prima, il Governo ha diramato le nuove linee guida su trasporti, stabilendo la quota dell’80% come capienza massima. Questo significa, nella maggior parte dei casi, addio ai posti in piedi sugli autobus extraurbani e quasi totalità di posti a sedere disponibili.
La necessità maggiore, per quanto concerne il servizio extraurbano, è quella dell’incremento dei mezzi. Per garantire un trasporto pubblico in sicurezza, infatti, mancano 33 bus per un totale di 66 corse, per cui la Regione Toscana ha stanziato circa 2,5 milioni di euro per il periodo settembre-dicembre. Il soggetto gestore dovrà far fronte a queste esigenze, magari coinvolgendo i privati.

La Città metropolitana, in collaborazione con gli istituti scolastici, è a conoscenza di quanti studenti arrivano a Firenze dal territorio dell’ex provincia, ma per approfondire la questione ed avere dati più precisi nei prossimi giorni sarà predisposto un sondaggio destinato agli studenti delle scuole superiori in collaborazione con i dirigenti scolastici ed i Comuni.

Come detto, praticamente tutti gli utenti, compresi i lavoratori che usufruiscono del servizio insieme agli studenti, avranno il posto a sedere sul bus. Ma, se l’80% della capienza lo permette, non sono esclusi i posti in piedi, anche se non sarà più come prima.

Molta dell’organizzazione si gioca sulla differenziazione degli orari di ingresso e di uscita delle varie scuole.

Nei prossimi giorni verrà approntata una campagna informativa.

Tags: