Città metropolitana

Firenze unica città in Italia “Best in Travel 2021” per Lonely Planet

Share
CONDIVIDI
mercoledì 25 Novembre 2020

Il capoluogo toscano premiato per un blog e per il progetto “Le vie di Dante” con capofila la Città metropolitana

Chiunque si è chiesto quale sia il miglior viaggio da fare. Montagna, collina o mare? Italia o estero? Europa o altro continente? Spesso per la risposta non ci si affida soltanto ai gusti personali, ma si cercano indicazioni dall’esterno, magari da alcune guide di settore. Lonely Planet ha inserito Firenze nella classifica “Best in Travel 2021” in ben due categorie, quella per la “comunità” grazie al blog “Girl in Florence”, che racconta il capoluogo toscano “attraverso gli occhi di artisti ed artigiani locali, negozi indipendenti e residenti stranieri”, e quella per la “sostenibilità”, grazie al progetto su “Le vie di Dante”, definito un “magnifico esempio di slow travel che si snoda dalla sua tomba a Ravenna alla sua casa natale a Firenze”. Un progetto, questo, promosso anche dalla Città metropolitana di Firenze, capofila di un protocollo d’intesa siglato nell’estate 2020 che coinvolge ben 36 Comuni tra Toscana e Romagna più alcune associazioni, per la creazione e valorizzazione di prodotti turistici slow. Nell’azione di promozione turistica, figura anche l’attività di Florence TV che realizza servizi giornalistici specifici per località, approfondimenti sui social networks con foto, interventi e videoblog, immagini col drone dai posti più belli di questo cammino, fotografie che mettono in risalto i vari territori. Tornando a Firenze, il capoluogo toscano è l’unica città italiana premiata da Lonely Planet. Per il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il riconoscimento per “Le vie di Dante” è «uno stimolo a non arrendersi e ripartire presto rilanciando cultura e turismo all’insegna della sostenibilità». Gli ha fatto eco il sindaco di Comune e Città metropolitana di Firenze, Dario Nardella, per cui «in un momento di forte crisi per tutto il settore, (questo è) un segnale di speranza per la ripresa che apprezziamo ancora di più». Il collega di Marradi, nonché consigliere metropolitano delegato al Turismo, Tommaso Triberti, ha affermato che «questo premio non è un punto di arrivo, ma la dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta e che soltanto lavorando insieme otterremo risultati importanti dando risposte ai territori, dalle grandi città d’arte ai piccoli centri che compongono questo ambizioso progetto».
Marco Gargini

Tags: