Città metropolitana, comuni, empoli

Inverno metropolitano e volontariato, a Empoli arrivano le “scatole di Natale”

Share
CONDIVIDI
giovedì 10 Dicembre 2020

Scatole di Natale in regalo. Si tratta di un’iniziativa promossa dai gruppi Agesci Scout Empoli 1, 2 e3 e che vede coinvolti il Comune di Empoli, Re.So Recupero Solidale, Croce Rossa Italiana, comitato di Empoli, Misericordia di Empoli, Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, la Caritas di Empoli e di Ponte a Elsa.

Il progetto interessa soprattutto tutti i cittadini che sono invitati a preparare scatole di solidarietà da donare alle famiglie in difficoltà in occasione dell’imminente Natale.

«Un’idea che prende spunto da quanto fatto anche in altre città, come a Milano e che vuol accendere ancora una volta il valore della solidarietà che tanto appartiene a questo territorio. Invitiamo la cittadinanza, le famiglie, i gruppi di amici, ma anche aziende e altre associazioni, insomma chi vorrà aderire all’iniziativa – spiega l’assessore alle politiche sociali Valentina Torrini – a preparare una semplice scatola, anche una vecchia scatola da scarpe e riempirla con poche cose. Un gesto di vicinanza a chi sta passando un Natale più difficile del solito a causa del COVID 19. Un pensiero per regalare un sorriso. Ringrazio fin da adesso le associazioni che hanno voluto aderire e che come sempre sono l’energia per tutte le belle iniziative cittadine».

Le scatole potranno essere riempite con un accessorio di abbigliamento che tenga caldo (guanti, sciarpe, cappelli…), un dolce (una stecca di cioccolata, biscotti, un panettone o altro), un oggetto per passare il tempo (libro, rivista, matite, quaderno ecc.), un prodotto per l’igiene (crema, bagnoschiuma, shampoo, ecc.), un biglietto gentile o comunque una cosa che si desidera regalare, come un gioco per bambini. Inserito tutto nella scatola, questa sarà sigillata ed eventualmente decorata. E’ importante che sia indicato su un angolo della scatola se il destinatario è un uomo, una donna o un bambino e indicativamente l’età dello stesso.

Gli oggetti contenuti dovranno essere nuovi e non deperibili. Le scatole saranno consegnate dai cittadini al punto di raccolta. Tutte le scatole raccolte saranno date alle associazioni di volontariato che aderiscono all’iniziativa , le quali, a loro volta, le recapiteranno alle famiglie in difficoltà.

Il punto di raccolta è stato individuato alla sede delle Pubbliche Assistenze ad Empoli, in Via XX settembre. Qui i tre gruppi Agesci Scout di Empoli saranno pronti a ricevere le scatole di Natale che la cittadinanza vorrà preparare e regalare. I giorni di raccolta sono giovedì 16 dicembre , venerdì 17 e sabato 18, dalle 16 alle 19. I tre gruppi Agesci Scout Empoli provvederanno a consegnare le scatole di Natale alle associazioni di volontariato che aderiscono.

«La nostra azione educativa propone attività di servizio ai nostri ragazzi nella fascia tra i 16 e 21 anni. I servizi che solitamente proponiamo – spiega Francesco Cervasio, incaricato di Zona alla Branca dei Rover e delle Scolte – sono per lo più rivolti alla persona ed in questi momenti di emergenza sanitaria, più o meno direttamente, i nostri ragazzi si domandano dove rivolgere le loro attenzioni e le loro energie. Da continui confronti e scambi durante le nostre riunioni settimanali, sempre a distanza, sono saltati all’occhio diversi modi di operare già esistenti in diverse realtà e Comuni. Uno tra i tanti è stato quello di comporre scatole con semplici doni, per regalare affetto e vicinanza nel periodo natalizio durante il quale solitamente siamo portati a riavvicinarci e cercare contatto, ma che durante questo periodo di emergenza risulta maggiormente difficile. L’idea di proporla anche sul nostro territorio comunale è piaciuta anche perché il pensiero è rivolto alle molte realtà di emarginazione o di difficoltà economica che attraverso questo semplice gesto, ritroverebbero oltre che un momento di calore anche un senso di appartenenza e vicinanza. Riteniamo che il potere di questo gesto possa avere duplice valenza, come molte azioni nate dal cuore: avrà infatti la possibilità di regalare momenti di calore a chi lo riceverà ma anche un momento di condivisione per chi avrà la cura e l’attenzione di comporre la scatola, augurandoci che questi piccoli gesti possano essere un seme per un futuro di condivisione».

Tags: