Città metropolitana, comuni, Scandicci

La variante di San Vincenzo a Torri è realtà

Share
CONDIVIDI
domenica 10 Aprile 2022

Inaugurata il 9 aprile, l’infrastruttura c’è ed è percorribile

Inaugurata il 9 aprile la variante di San Vincenzo a Torri. L’infrastruttura c’è ed è adesso percorribile. I lavori per la realizzazione della variante al centro abitato di San Vincenzo a Torri della sp12 sono partiti nel dicembre 2018. L’importo complessivo per l’opera, lunga 1,3 km, è di 7.560.000 euro, a carico della Città Metropolitana con un cofinanziamento di 1,5 milioni di euro da parte del Comune di Scandicci, con mezzo milione da finanziamento regionale servito per gli espropri.
La Metrocittà, in raccordo con il Comune di Scandicci, ha mantenuto un impegno che ha dovuto far fronte a diversi ostacoli, compresi quelli posti dagli ordigni di natura bellica incontrati durante i lavori e per i quali è stata necessaria un’operazione di bonifica. La prospettiva è quella di un ambiente e di una viabilità più sicuri, che garantiranno vivibilità non solo alle comunità coinvolte direttamente ma a quanti raggiungeranno le località toccate dalla variante.

La nuova strada è connessa alla viabilità storica grazie a due rotatorie: una in corrispondenza dell’inizio della variante ginestrina, l’altra prima dell’abitato di San Vincenzo provenendo da Cerbaia.

Correlati ai lavori per la Variante, quelli per il nuovo sistema di laminazione delle piene del torrente Pesa. Intervento duplice che ha permesso di ottimizzarne tempistica, risorse e impatti sul territorio circostante.
(A.F.)

Tags: