Città metropolitana, firenze

Lunedì 11 gennaio riaprono le scuole superiori, i numeri del tpl metropolitano

Share
CONDIVIDI
sabato 9 Gennaio 2021

Il vertice in Prefettura a Firenze. L’obiettivo principale del coordinamento è quello di governare i flussi di ragazzi in entrata e in uscita dalle scuole, evitando assembramenti agli istituti, alle fermate e sui mezzi pubblici.

Ingressi scaglionati – in alcuni casi anche turni pomeridiani – duecento operatori al giorno fra forze dell’ordine, polizie municipali, steward e volontari di protezione civile a presidiare le scuole e le fermate del trasporto pubblico più frequentate. Linee di bus extraurbane e urbane potenziate con oltre 50 mezzi aggiuntivi. È tutto pronto nella Città Metropolitana di Firenze per la ripartenza lunedì 11 gennaio della scuola in presenza al 50% per i 21mila studenti delle superiori del territorio fiorentino. Il piano di rientro è stato frutto di un complesso lavoro di squadra, coordinato dalla prefettura di Firenze, con il prefetto Alessandra Guidi, e che ha messo insieme le forze di Regione, Città Metropolitana, Comune di Firenze, Ufficio scolastico regionale, Motorizzazione civile e aziende del trasporto pubblico su gomma e ferro.

L’obiettivo numero uno del coordinamento è quello di governare i flussi di ragazzi in entrata e in uscita dalle scuole, evitando assembramenti agli istituti, alle fermate e sui mezzi pubblici. Per questo, ciascuna scuola ha deciso i propri nuovi orari, scaglionando gli ingressi fra le 8 e le 10,10 e le uscite fra le 12,30 e le 15. Previsto in qualche caso anche il rientro nel pomeriggio.

Per evitare assembramenti durante le entrate e le uscite, saranno presidiate in modo da evitare affollamenti, le scuole (e le relative fermate dei mezzi) considerate più critiche. Insieme a diverse fermate di bus e tramvia nel centro di Firenze: nodi come piazza San Marco o la Stazione di Santa Maria Novella. In questa operazione saranno coinvolti ogni giorno 200 operatori fra polizie municipali, polizia provinciale, steward privati, personale delle aziende di trasporto e volontari della Protezione civile. Venti le pattuglie di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza operative quotidianamente, con 50 unità.

Nei dieci comuni sedi di istituti superiori, sono stati attivati dal Prefetto i Centri Operativi Comunali per l’emergenza di protezione civile. Si tratta di uno sforzo ingente che verrà coordinato dalla direzione Traporto pubblico e dalla sala di protezione civile della Città Metropolitana che monitoreranno in tempo reale le situazioni di criticità, anche sulla base alle segnalazioni dei cittadini (numero verde 800-893550 o all’indirizzo e-mail osservatorio.trasporti@cittàmetropolitana.fi.it).

Sono state potenziate con 47 mezzi aggiuntivi diverse linee extraurbane, individuate tramite un’indagine sugli orari scolastici e sull’uso del trasporto pubblico da parte degli studenti. Altri 5 mezzi in più serviranno da jolly per risolvere criticità momentanee o per l’area urbana fiorentina. I nuovi servizi ordinari e straordinari, con tutti gli orari, si trovano sul sito della Città metropolitana.

Potenziata anche la frequenza della tramvia. Mentre Trenitalia mette a disposizione bus per rafforzare le tratte ferroviarie Empoli-Siena e Firenze-Borgo San Lorenzo.

Predisposta infine una campagna di comunicazione da parte di Città Metropolitana, Regione Toscana e Consulta provinciale degli studenti, e azienda di trasporto ONE Scarl con le norme di comportamento da rispettare.
Damiano Fedeli

Tags:
<