Città metropolitana

Mercoledì 31 marzo si terrà il Consiglio della Città metropolitana di Firenze

Share
CONDIVIDI
martedì 30 Marzo 2021

Saranno 15 i punti all’ordine del giorno tra cui Piano di prevenzione di corruzione e trasparenza e il Pinqua

Si svolgerà mercoledì 31 marzo in videoconferenza il Consiglio metropolitano di Firenze. Sono in tutto 15 i punti all’ordine del giorno che saranno presi in esame tra cui il Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza; il protocollo tra Città Metropolitana e Comune di Firenze per l’attivazione di una stretta collaborazione in materia di educazione ambientale e alla sostenibilità, con particolare riferimento all’educazione agli obiettivi dell’Agenda 2030; l’adesione della Metrocittà alla convenzione fra Centro per l’Unesco di Firenze, Cattedra transdisciplinare Unesco per lo sviluppo umano e cultura della pace, Cattedra gestione sostenibile del rischio idrogeologico dell’Università degli Studi di Firenze, Icomos Italia per la diffusione e promozione degli ideali, valori e programmi di azione dell’Unesco nella direzione dell’Agenda 2030; concessione di contributi a fondazioni culturali per l’anno 2021; l’accordo di rete territoriale “Libera la tua terra” per la promozione dell’educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità.
Nell’ordine del giorno anche la ratifica del Pinqua-Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare; l’istituzione del canone unico patrimoniale e l’approvazione del regolamento per l’applicazione del canone unico patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria; l’accordo di programma tra Provincia di Siena, Metrocittà di Firenze e Comuni di Certaldo, Gambassi Terme e San Gimignano per la verifica della vulnerabilità sismica e la progettazione della fattibilità tecnico-economica dei lavori di adeguamento funzionale del ponte sul fiume Elsa sul confine geografico dei territori provinciali di Firenze e Siena.
All’esame del Consiglio pure il rendiconto dell’utilizzo dei proventi da sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni al Codice della strada (annualità 2020); l’accordo di collaborazione tra Città Metropolitana e Arpat per le esigenze ambientali (modello relazionale ed organizzativo della durata di tre anni 2021-2023); il programma di intervento per le risorse destinate a ciclovie urbane; l’approvazione del Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) della Città Metropolitana di Firenze.
Marco Gargini

Tags: