Città metropolitana

Parcheggio scambiatore Linea 1 Tramvia – Ponte Greve: approvati i miglioramenti

Share
CONDIVIDI
mercoledì 5 Maggio 2021

350 posti auto, percorso pedonale e pista ciclabile, parcheggi protetti per le biciclette sul modello “Bike-box”, potenziamento delle postazioni di ricarica per le auto elettriche e nuovi servizi in sharing

Il Consiglio comunale della Città di Firenze ha approvato un Ordine del Giorno legato alla delibera sul parcheggio scambiatore, previsto lungo l’asse della Linea 1 della tramvia a Ponte a Greve e precisamente all’intersezione viale Nenni – Stradone dell’Ospedale.
Da progetto, il parcheggio sarà dotato di circa 350 posti auto e sarà collegato alla fermata della Linea T1 mediante un percorso pedonale e una nuova pista ciclabile, che seguirà proprio il perimetro viale Nenni – Stradone dell’Ospedale. L’obbiettivo è quello di incrementare le aree di sosta per le biciclette e installare dei parcheggi protetti per le stesse sul modello delle “Bike-box”, ma sono anche previsti nuovi servizi in sharing e l’aumento delle postazioni per la ricarica delle macchine elettriche, con il conseguente potenziamento delle installazioni per l’alimentazione di veicoli di recente produzione.
Il parcheggio sorgerà in un’area strategica, innestandosi sulla nuova viabilità della tangenziale ovest e collegando l’ospedale Torregalli con l’ospedale di Careggi, e si muoverà in sinergia col nuovo comparto della caserma dei Lupi di Toscana, come sottolineato da Renzo Pampaloni, consigliere del Pd e presidente della Commissione urbanistica e primo firmatario dell’Ordine del Giorno, il quale ha anche chiesto di verificare gli ingressi al parcheggio scambiatore su viale Nenni e sullo Stradone dell’Ospedale, migliorandoli in termini di efficacia e sicurezza, e di valutare l’inserimento di dispositivi necessari a interdire la sosta dei mezzi ingombranti. Infine, lo stesso Pampaloni ha auspicato l’introduzione di una tariffazione che sia in sinergia con l’utilizzo della tramvia e dei mezzi in sharing, come biglietti unici e abbonamenti multi-servizio, nella futura gestione del parcheggio.
Andrea Biagioni

Tags: