borgo san lorenzo, Città metropolitana, comuni

Piccoli Musei, il Chini Museo a Borgo San Lorenzo

Share
CONDIVIDI
giovedì 29 Ottobre 2020

I Chini hanno rappresentato e rappresentano per Borgo uno spaccato d’arte, una storia lunga un secolo che ha lasciato le proprie impronte a giro per il mondo, dall’america a Bancok, senza dimenticare le bellissime decorazioni in stile liberty delle terme di montecatini a firma proprio della fornace di san lorenzo. Una lunga tradizione artistica che vede in Galileo Chini il suo principale esponente

Oggi ci troviamo a Borgo San Lorenzo per scoprire uno dei simboli del comune Mugellano, stiamo per entrare in uno spazio dove l’arte si declina in diverse forme e accezioni, come una matriosca che al suo interno contiene altri tesori. Un luogo dove il passato illustre incontra il presente in costante evoluzione, dove ceramiche, dipinti, testi, performance e colpi di genio vengono custoditi all’interno di un’altra opera d’arte: Villa Pecori Giraldi.
Intervista Dir. Museo su Villa
Famiglia di artisti e ceramisti, i Chini hanno rappresentato e rappresentano per Borgo uno spaccato d’arte, una storia lunga un secolo che ha lasciato le proprie impronte a giro per il mondo, dall’america a Bancok, senza dimenticare le bellissime decorazioni in stile liberty delle terme di montecatini a firma proprio della fornace di san lorenzo. Una lunga tradizione artistica che vede in Galileo Chini il suo principale esponente. Ma chi era Galileo Chini?
Intervista Vieri Chini
Ma Galileo Chini non può essere riassunto soltanto con la ceramica, il poliedrico artista fiorentino e borghigiano si è cimentato in varie arti ed è proprio alla sua ecletticità che il chini museo vuol rendere omaggio.
Intervista direttore su Chini Museo
Come in un percorso guidato le sale della villa accompagnano il visitatore dalla tradizione all’innovazione, in una narrazione fortemente connessa al presente e che strizza l’occhio anche al futuro, facendo di Villa Pecori Giraldi un luogo di cultura. Una cultura non soltanto da osservare ma anche da fruire attivamente, immaginare e inventare.
Direttore
In quest’ottica si colloca il nuovo progetto del Chini Contemporary che da oltre due anni scommette sulle nuove forme di espressione contemporanea offrendo al territorio nuove pagine di storia dell’arte, pagine il cui inchiostro è ancora fresco.

Tags: