Città metropolitana, comuni, Scandicci

Scuola e tpl, il rientro degli studenti al Russell Newton di Scandicci

Share
CONDIVIDI
sabato 16 Gennaio 2021

Steward alle fermate del tpl e forze dell’ordine davanti alla scuola. Tutto nella norma il rientro a scuola degli studenti del Russell Newton di Scandicci.

La presenza degli steward alle fermate e delle forze dell’ordine davanti alla scuola è discreta: i ragazzi sanno da soli come comportarsi. Gli addetti devono solo evitare che i traporti superino la capienza prevista del 50%. Siamo davanti all’Istituto Russell Newton di Scandicci, un polo scolastico da 1800 iscritti ai soli corsi diurni, con ben undici indirizzi, da quelli liceali a quelli tecnici. Non è una sfida logistica da poco gestirne i flussi verso le vicinissime fermate della tramvia e dei bus.

Se all’interno la scuola aveva già messo a punto le procedure di sicurezza lo scorso settembre, adesso, con il lavoro coordinato dalla prefettura con Regione, Città Metropolitana, forze dell’ordine, Polizia municipale e protezione civile, sono stati messi in sicurezza anche l’esterno della scuola e il sistema dei trasporti.

A scuola ogni giorno è presente il 50% degli studenti: ogni classe viene per intero un giorno sì e un giorno no. L’ingresso dei ragazzi avviene già dalle 7,45, attraverso i sette accessi dell’istituto. Anche le uscite, più complesse, sono state scaglionate in più orari dalle 12,50 fino alle 14, per superare le criticità rilevate dall’osservatorio sul traporto pubblico locale.

La didattica a distanza non è un’esperienza totalmente da buttare per la dirigente dell’istituto di Scandicci. Sono migliorate ad esempio le competenze digitali di docenti e studenti.

Damiano Fedeli

Tags: